5S, parla Sibilia del direttorio: "Davide, Grillo e gli obiettivi. I media non distruggano ora anche Casaleggio Jr"

27 aprile 2016 ore 17:03, Lucia Bigozzi
“Niente di nuovo, solo una riunione operativa. Ora il nostro focus è vincere a Roma. Davide c’era con il ruolo tecnico che ha sempre avuto. Grillo? Resta un cardine fondamentale del M5S”. In sintesi il ragionamento di Carlo Sibilia, parlamentare ed esponente del Direttorio 5S che si è riunito dopo la morte di Casaleggio, e al quale ha partecipato il figlio del co-fondatore del Movimento. A Intelligonews svela come è andato il summit...

Il primo Direttorio dopo la scomparsa di Casaleggio e con il figlio: come è andato? Quali differenze, se ci sono, con i precedenti Direttori?

«Nessuna. Semplicemente abbiamo fatto una riunione operativa ma niente di diverso da prima. Noi stiamo portando avanti dei progetti, il nostro focus in questo momento è andare a vincere a Roma, fare il meglio possibile per restituire Roma e le altre città al voto nelle mani dei cittadini. Poi ci siamo confrontati sulle indagini in corso in Campania dove risultano coinvolti alcuni esponenti del Pd campano»

5S, parla Sibilia del direttorio: 'Davide, Grillo e gli obiettivi. I media non distruggano ora anche Casaleggio Jr'
Ma il figlio di Casaleggio in che ruolo o a che titolo ha partecipato al Direttorio? 

«Nel semplice ruolo di una risorsa che ha lavorato per gestire le strutture del Movimento a livello tecnico: è questo il carattere del confronto che abbiamo avuto nella riunione. Dunque, niente di nuovo».

Dal blog di Grillo al blog di Stelle, tradotto: un Beppe Grillo sempre più assente o di lato?

«Il sogno di tutti è vedere un Movimento maturo che gestisce come già sta facendo da qualche tempo, tutta l’attività politica nelle mani degli eletti e di chi ha creduto in questo progetto fin dall’inizio. Stiamo semplicemente realizzando quello che era il sogno di tutti, di Gianroberto e degli altri, ovvero il sogno di un Movimento che cresce sempre di più e diventa grande. Grillo resta sempre un cardine fondamentale, come peraltro è sempre stato. Lui oggi è impegnato nella sua tournée dove analizza il suo sentimento rispetto alla realtà che ci circonda, quindi in linea con l’impegno nel Movimento. Per me resta uno dei due fondatori, purtroppo l’unico in vita ma certamente con grande forza nel M5S»

I retroscena giornalistici parlano di un Casaleggio junior tentato dall’assumere un ruolo politico nel Movimento. Ne avete parlato? E se scendesse in campo, lei sarebbe d’accordo?

«Io spero soltanto che adesso non ci sia il gioco dei media che dopo aver distrutto per tanto tempo l’immagine di Gianroberto, salvo poi dedicargli editoriali di commiato il giorno della scomparsa, ora magari pensino di spostare l’attenzione sul figlio perché non è giusto. Davide, semplicemente ha sempre dato una mano tecnica perché grazie alle sue competenze si sono realizzate delle cose e continua a fare questo tipo di attività. Il ruolo della decisione politica resta sempre in campo al Movimento, che è poi ciò che è successo sempre, fino ad ora. Dunque, niente di nuovo»
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]