La Boldrini che non ti aspetti: "Non sono contraria al Family day, è segnale positivo"

27 gennaio 2016 ore 20:44, Andrea Barcariol
Da sempre schierata a favore delle unioni civili, il Presidente della Camera Laura Boldrini nell'intervista rilasciata domenica scorsa a Il Corriere della Sera aveva definito "doverosa" la stepchild adoption presente del ddl Cirinnà che domani arriverà in Senato. Una dichiarazione che ha fatto discutere, molto criticata dai fautori del family day  "l'arbitro si è già schierato" ha commentato il direttore de "La Croce quotidiano" Mario Adinolfi. Ieri però è arrivata la precisazione in un'intervista a 'Di martedì', su La7. "Sono personalmente contraria" all'utero in affitto. Questa pratica espone le donne, in particolare dei paesi più poveri, a prestarsi a una maternità che non vogliono. Io sono personalmente contraria alla pratica dell'utero in affitto, ma in questo ambito questo non c'entra, noi stiamo parlando del diritto delle coppie omosessuali a stare insieme. Quella riguarda anche le copie eterossessuali, e io sono contraria anche in quel caso. Si presta a uno sfruttamento specie nelle aree povere del mondo".

La Boldrini che non ti aspetti: 'Non sono contraria al Family day, è segnale positivo'
La Boldrini ha replicato al capogruppo di Fi Renato Brunetta che le aveva chiesto di "non entrare a gamba tesa nei dibattiti parlamentari soprattutto se non è competente". "Chiunque ha il diritto di avere un convincimento su un tema così importante. Non sono entrata nel merito del ddl Cirinnà, non ho valutato tecnicamente gli emendamenti. A domanda ho risposto la mia opinione e credo di avere il diritto di averla e di poterla dire" - ha spiegato il Presidente della Camera che, a sorpresa, non si è schierata neanche contro il Family Day. "Assolutamente non sono contraria a nessuna piazza. Ritengo che quando ci sono manifestazioni di piazza se sono democratiche e nel rispetto delle idee, sono segnali positivi. Vuol dire che la nostra società è viva, vuole partecipare alle scelte della politica e credo che sia importante che ci siano delle manifestazioni". Non solo. "Quindi, da presidente della Camera non posso che auspicare la partecipazione dei cittadini, anche perchè ci sono questioni sociali molto importanti e quella delle unioni civili è una di questa. Quindi, ben vengano le manifestazioni di piazza".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]