Morto lo scrittore candidato al Nobel Sebastiano Vassalli: lascia La (sua) Chimera

27 luglio 2015, intelligo
Morto lo scrittore candidato al Nobel Sebastiano Vassalli: lascia La (sua) Chimera

Il mondo della letteratura piange una perdita importante. Un quasi nobel.

Dopo una lunga malattia muore Sebastiano Vassalli a soli 73 anni, nella notte di lunedì 27 luglio a Casale Monferrato.

Lo scrittore, classe 1941, si caratterizzò per la sua ricerca della Neoavanguardia e per la sua partecipazione all'anti-conformista movimento letterario Gruppo 63. 

Il suo segno però lo lascia con La Chimera, un romanzo storico del 1990, ambientato nel diciassettesimo secolo, che gli portò la vittoria del Premio Strega e il Selezione Campiello. L'ambientazione era in quel del Monte Rosa (anche se celata abilmente dalla sua penna), come si vedeva dalla pianura novarese dove lui ha abitato già dopo la nascita e raccontava un mondo fatto di contadini, credenze e il paesino di Zardino. Tutta una poesia scritta come un racconto. Con quel monte meta di desideri e fughe della mente.

Ma altri testi lo resero celebre, come La notte della cometa, dedicato Dino Campana grande poeta, Archeologia del presente e Cuore di pietra, e il romanzo storico Un infinito numero, ambientato nell'antica Roma. 

Vassalli era anche candidato ufficiale al premio Nobel 2015 per la Letteratura. E non dimentichiamo Sebastiano neanche come giornalista, che ha scritto per “la Repubblica“, “La Stampa” ed è stato opinionista del “Corriere della Sera”.



Seguici su Facebook e Twitter


(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]