Rowling number 1: dal best seller al tutto esaurito a teatro

27 luglio 2016 ore 11:00, intelligo
di Luciana Palmacci  

Al Palace Theatre di Londra, 1.400 posti circa fra decorazioni e ornamenti lussuosi, lungo Shaftesbury Ave, sotto il caldo di una giornata di luglio ecco formarsi una fila chilometrica. Sono tutti lì per sbirciare cosa accadrà nell'ultimo capitolo della saga del maghetto di Hogwarts più famoso del mondo. Infatti sta per andare in scena a teatro l’ottavo episodio della saga e il pubblico scalpita già per le "prove generali". L’atteso ritorno di Harry Potter lo preannunciano l’enorme scritta sulla facciata del teatro, le magliette dei fan, i mantelli, le sciarpe Grifondoro, le spillette da Prefetto e i biglietti gialli con le piume nere disegnate sopra, direttamente dal mondo magico della Rowling. Sarà la prima di ‘Harry Potter and the cursed child’, sul palco il 30 luglio, compleanno dell'autrice e del maghetto, e giorno precedente all'uscita del libro, trasposizione fedele dello spettacolo. In Italia arriverà il 24 settembre, pubblicato da Salani come gli altri volumi (col titolo Harry Potter e la maledizione dell'erede). 

Rowling number 1: dal best seller al tutto esaurito a teatro

Per vederlo in anticipo, c'è chi è disposto a pagare per la preview fino a cento-centotrenta sterline, visto che il biglietto varia fra le 15 e le 65 sterline. Cosa vedremo? Tanti flashback, che permetteranno di far tornare in vita personaggi del passato uccisi durante la lunga guerra contro Voldemort, una sorta di "giratempo", una specie di clessidra che permette di ritrovarsi in una epoca precedente e definita, per un massimo di cinque minuti. È così che, come le porte che si aprono e si chiudono continuamente sul palcoscenico, come i mantelli che svolazzano e si rialzano su nuovi scenari, la storia si muove in una serie di possibilità: il Signore Oscuro è tornato? In qualche modo sì. Chi è il "bambino maledetto" del titolo? Albus, il secondogenito problematico di Harry intorno a cui si muove 'una nuvola scura'; oppure il suo amico Scorpius, figlio di Draco Malfoy ma che si dice, in realtà, sia stato concepito da Lord Voldemort in persona? O chi altri? C'è mistero quanto i fan di Harry Potter si aspettano, e quanto la Rowling stessa ha raccomandato con l'hashtag #keepthesecrets e c'è 'la magia', come dicono ragazzi e ragazze in coda, ma anche signore e signori di mezza età. Ci sono anche personaggi nuovi, la "seconda generazione" dei figli dei vecchi protagonisti. Ed effetti speciali sorprendenti, che sembrano ancora più veri che al cinema: tutti, dall'incantesimo Lumos ai gufi, dai ritratti parlanti al mondo che torna indietro nel tempo, fino ai voli e ai duelli e al mitico Hogwarts Express sono accolti dagli applausi del pubblico.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]