L’ira dell’Iva (Zanicchi) contro Toti. Fi alla resa dei conti...

27 maggio 2014 ore 15:17, intelligo
L’ira dell’Iva (Zanicchi) contro Toti. Fi alla resa dei conti...
L’aquila di Ligonchio graffia. L’esclusione dal parlamento europeo nonostante le trentamila preferenze fa “cantare” amaro a Iva Zanicchi che si sfoga, anzi si scaglia contro il “delfino” di Berlusconi nel giorno in cui annuncia il suo addio alla politica.
“Sono arrabbiata anche un po’ con Toti, che non si è degnato di portarmi una volta con sé. E’ un bravo giornalista, ma secondo me dovrebbe tornare a dirigere il Tg4, perché non ha quel quid per farsi ascoltare in televisione” dice la Zanicchi in un’intervista a Radio Città futura. Ce l’ha su con Giovanni Toti, consigliere politico del capo, ma non con il leader del suo partito: “Ho ricevuto una telefonata da Silvio Berlusconi che mi ha fatto molto piacere. L’ho sentito un pò stanco, deluso, ma mi ha ringraziato per quello che avevo fatto e mi ha detto: ‘questi voti sono tutti tuoi, nessuno ti ha aiutato’”. Ma Berlusconi a parte, l’Iva nazionale ha appeso la politica al chiodo, anche se non completamente: “Ho preso l'impegno di fare politica fuori da un partito aiutando gli anziani, i carcerati e i bisognosi”. Fonderà un nuovo movimento? Intanto domani nel quartier generale di San Lorenzo in Lucina partito e leader faranno il punto della situazione dentro e intorno a quel 16 per cento che segna il minimo storico di Fi. E c’è da credere che non sarà una passeggiata di salute: i malumori crescono e non sono solo quelli dei grandi esclusi dal parlamento europeo.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]