Nuovo farmaco anti-Psoriasi: biotech ed economico. Cura le lesioni in 8 casi su 10

27 maggio 2016 ore 11:20, Vanessa Dal Cero
Finalmente arriva in Italia una nuova cura per la psoriasi, malattia della pelle (e non solo) ancora poco conosciuta ma che colpisce oltre un milione e mezzo di italiani, di entrambi i sessi e di tutte le età; con un aumento di insorgenza tra i 20 e i 40 anni. 

Si chiama secukinumab ed è un anticorpo monoclonale umano che inibisce selettivamente l’interleuchina 17A (IL-17A), proteina presente in alte concentrazioni nella cute affetta da psoriasi. Dopo esser stato approvato già all’inizio del 2015 negli Stati Uniti, il nuovo farmaco verrà ora distribuito anche nel nostro paese in siringhe monouso per l’auto iniezione, migliorando la vita delle persone colpite da questa patologia.
Nuovo farmaco anti-Psoriasi: biotech ed economico. Cura le lesioni in 8 casi su 10
Ma che cos’è la psoriasi e quali effetti produce?
Si tratta di una malattia infiammatoria cronica, autoimmune e non contagiosa, che causa un'infiammazione della pelle. Questa forma di dermatite, persistente e duratura, può avere diversi stadi di gravità in base alla forma, all’estensione e alla localizzazione delle lesioni; la psoriasi, allo stato attuale della medicina, richiede cure per tutta la vita e conosce fasi imprevedibili sia di miglioramento che di peggioramento improvviso.
Pelle arrossata, prurito e desquamazione sono i principali sintomi che interessano la cute, causando dolore non solo fisico ma anche psicologico: se le lesioni si manifestano su aree visibili del corpo e particolarmente sensibili, è evidente infatti che possa causare disagio alla persona. Per tale ragione cresce sempre più l’attenzione medica e psicologica nei confronti delle persone che ne soffrono, considerato l’onere relazionale e sociale che la malattia può recare con sé.

Alle cure già disponibili si aggiunge quindi secukinumab che, sulla base delle attuali evidenze scientifiche, mostra di poter aiutare il paziente a mantenere la propria pelle pulita nei casi di psoriasi moderata e severa, con evidente beneficio per la qualità della vita della persona. Come sempre, poi, è fondamentale abbinare alle cure prescritte uno stile di vita equilibrato, basato su una sana alimentazione e il giusto movimento fisico per aiutare a ridurre rossore e prurito, evitando il più possibile ogni occasione di irritazione della pelle. Last but not least: dovessero mai insorgere sulla pelle lesioni da psoriasi non vergognarsi o tentare cure “fai da te”, ma rivolgersi subito a un medico. La cura, anche se non definitiva, c’è.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]