Europei, doppietta Insigne nella prova "amichevole": scavalcato Eder

27 maggio 2016 ore 11:23, Andrea De Angelis
Non vogliamo essere i gufi di nessuno, ma alcune scelte sembrano abbastanze chiare. Avevamo detto in tempi non sospetti (una settimana fa) che Pavoletti (ottimo giocatore, una delle più belle sorprese del campionato) non avrebbe avuto molte speranze di restare in azzurro per i prossimi Europei. Ora il dubbio ci viene per Eder, visto che qualcuno degli attaccanti facente parte della rosa dei trenta resterà in Italia. 

Il motivo si chiama Lorenzo Insigne. Non che i due siano simili, anzi potrebbero giocare assolutamente insieme. Ma per Conte ci sono dei punti fermi e sembra proprio che tra Immobile, Zaza, Pellè ed Eder il sacrificabile sia quest'ultimo, autore di 18 mesi ottimi in quel di Genova (sponda Samp), prima del trasferimento all'Inter che è significato un'involuzione evidente. Anche perché sono diminuiti i minuti di gioco. 
Il napoletano invece, autore della sua migliore stagione in carriera (lo dicono i numeri, sia delle reti realizzate che degli assist vincenti forniti ai compagni) è stato prima preferito a Giovinco (e ancora negli Usa molti si chiedono come sia potuto rimanere fuori dalle convocazioni) e ora difficilmente non partirà per la Francia. 
Ieri pomeriggio la Nazionale di Antonio Conte a Coverciano ha superato 6-0 in amichevole la Primavera della Fiorentina. Doppietta per Insigne, in gol anche El Shaarawy, Zaza, Bonaventura e Zappacosta. Al di là dei marcatori buone le prove in particolare di Darmian e Giaccherini, mentre Eder non ha brillato particolarmente. 

Gli auguriamo, ovviamente, di farcela e di coronare il sogno azzurro. Lo meriterebbe, specie per quanto fatto alla Sampdoria, dove ha realizzato goal a grappoli. Difficile però, lo ripetiamo, capire chi potrebbe fargli spazio. Tra pochi giorni lo sapremo.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]