Mourinho al Manchester con la "lista della spesa": da Ibrahimovic a Willian

27 maggio 2016 ore 11:21, Andrea De Angelis
Il suo nome è José, il cognome Mourinho. Si tratta forse dell'allenatore contemporaneo più famoso al grande pubblico, sicuramente tra i primi dieci di sempre. Il motivo è duplice: sa vincere e comunicare. Il suo stile davanti ai microfoni e ai taccuini di mezzo mondo è sempre stato unico, i risultati ottenuti dalle sue squadre importanti, anche se negli ultimi anni le cose vanno bene rispetto al passato (si pensi al trionfo con l'Inter e al recente flop con il Chelsea). 

Di lui dicono che un giorno allenerà il Portogallo, ma difficilmente ciò accadrà con Cristiano Ronaldo ancora in attività. Mourinho infatti per ora vuole allenare ogni giorno, vivere lo spogliatoio e per questo dopo pochi mesi si tuffa in una nuova, importante avventura: quella con il Manchester United. Il club inglese, dove l'eco di Ferguson ancora si fa sentire, vuole ricominciare da lui. Una nuova epoca, possibilmente costellata di vittorie. Anche perché l'altro club della città britannica, il City, sta facendo meglio ed è arrivato il momento di ripristinare la gerarchia tradizionale che ha visto i diavoli rossi davanti all'ex squadra, tra gli altri, di Roberto Mancini. 
Ma sono soprattutto due i temi che rimbalzano sui giornali: da un lato l'eterna rivalità con Guardiola, dall'altro il calciomercato con il tecnico portoghese che ha portato con sé, una volta ufficializzato il suo arrivo in Inghilterra, alcuni nomi desiderati per far tornare grande lo United. 

Mourinho al Manchester con la 'lista della spesa': da Ibrahimovic a Willian
Si parte da Ibrahimovic, che proprio ieri in conferenza stampa ha detto di aver deciso e più d'uno ritiene che il desiderio dello svedese sia proprio quello di chiudere la carriera agli ordini di Mourinho, dove ai tempi dell'Inter vinse praticamente tutto. Poi c'è Willian, uno dei migliori nella scorsa stagione al Chelsea e che il tecnico rivorrebbe in rosa, anche se il prezzo (40 milioni) appare eccessivo. Infine potrebbe anche profilarsi un derby tutto inglese su Nainggolan, già chiesto dal Chelsea di Conte, ma che piace proprio a Mourinho al quale ricorda Cambiasso (ma è difficile che la Roma lo faccia partire, specie se dovrà divorziare da Pjanic). L'estate si profila bollente in quel di Manchester. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]