Obama-day: le frasi “cult” di Barack e Matteo

27 marzo 2014 ore 18:44, intelligo
Obama-day: le frasi “cult” di Barack e Matteo
La giornata di Obama a Roma è fatta anche di parole-chiave. Che danno il segno di rapporti, relazioni, equilibri nello scacchiere geopolitico dell’Occidente. Eccole in rapida successione.
OBAMA SALUTA IN ITALIANO: “Buon pomeriggio”. Esordio del presidente Usa a Villa Madama nella conferenza stampa insieme al premier italiano Matteo Renzi. Una frase che richiama la semplicità e al tempo stesso la forza comunicativa e umana del saluto del Papa quando dice “Buon pranzo” o “Buonasera”. Che Obama si sia ispirato a Francesco dopo averlo incontrato in Vaticano? EXPO USA-ITALIA: “Orgoglioso di annunciare la partecipazione degli Usa all’Expo di Milano”. Obama scandisce la frase e conferma il sostegno all’evento che nel 2015 proietterà l’Italia nel mondo. RENZI “YES, WE CAN”. Il premier: “A Obama dico, il suo 'yes, we can' vale anche per noi in Italia”. Così Renzi che ne specifica il senso in chiave nostrana: “Finalmente vogliamo dire che è possibile cambiare le cose”. OBAMA: “GRAZIE ITALIA”. Il presidente degli Stati Uniti ha parole di apprezzamento per l’impegno dell’Italia nelle missioni all’estero: “Vogliamo ripristinare l’ordine e assolutamente assistere il popolo libico. Il mondo apprezza l'Italia per il suo ruolo nella distruzione delle armi chimiche, e gli italiani sono stati grandi alleati in Kosovo e in Afghanistan”. OBAMA E NAPOLITANO: “Napolitano, un caro amico e fortuna per l’Italia”. E’ la frase che il presidente degli Stati Uniti dedica al presidente della Repubblica col quale ha pranzato al Quirinale prima del bilaterale con Renzi a Villa Madama. OBAMA E RENZI. “Rimango colpito dall'energia e dalla visione che Matteo Renzi porta con sè in questo nuovo incarico”. Parole che Obama spende per il premier italiano confermando che “Italia e Usa condividono legami molto forti a livelli storico, che riguardano la famiglia e la storia”. DA ROMA ALLA CASA BIANCA. “Ansioso di accogliere Renzi alla Casa Bianca”. Invito formalizzato. Obama aggiunge un pensiero per la città eterna: “E’ meraviglioso essere tornati a Roma, una delle più grandi città del mondo. Del suo primo incontro con il premier ricorda il viaggio in America quando Renzi era “primo cittadino di Firenze”. Poi Obama ha confermato che gli Usa saranno “al fianco dell’Italia nelle scelte difficili”. Quindi si è detto sicuro che Renzi “saprà portare avanti l’Italia”. ITALIA USA: “INTERESSI COMUNI”. Renzi commenta così l’incontro con Obama al termine della conferenza stampa congiunta: “L’incontro con Barack Obama è stato molto importante perchè credo confermi una grande amicizia e partnership” tra Italia e Stati Uniti. L’incontro “pone davanti a noi il ruolo di Italia e Usa come punto di riferimento di interessi e ideali comuni”. OBAMA E PUTIN. Posizione ferma nei confronti di Putin, anche se Obama spera ancora che “la Russia attraversi la porta della diplomazia e collabori con tutti noi per risolvere la questione ucraina in modo pacifico”. DOSSIER UCRAINA. “Bene il prestito del Fmi all’Ucraina”. Il prestito del Fmi all'Ucraina offre a questo Paese una prospettiva di crescita. Così Obama secondo il quale l’Ucraina “dovrà rispondere a riforme strutturali”. DOSSIER SIRIA. Ancora apprezzamento per l’Italia. Obama lo afferma con determinazione evidenziando che “tutto il mondo ha apprezzato il ruolo che l'Italia ha svolto per la distruzione delle armi chimiche" siriane, mettendo a disposizione un “porto italiano” per il trasbordo. DOSSIER EUROPA. Obama si sofferma sul tema della crisi nel contesto europeo: “La crescita europea è ancora al rallentatore e il tasso di disoccupazione ancora elevato. Renzi lo sa benissimo e parte della sua missione è ridare vigore a questo sistema. Tutta l'Europa deve farlo e io non dubito che Renzi ci riuscirà perché l'Italia è pronta ad andare avanti. Il dibattito sull'austerità è un dibattito sterile, più crescita c’è e più si mettono a posto le finanze pubbliche. In questo senso i Paesi con dei surplus devono trovare il modo per aumentare la crescita”. Messaggio alla Merkel o a Renzi?
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]