Inside Out è il più visto del 2015. Il segreto del cartoon che punta all'Oscar

27 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Inside Out è il più visto del 2015. Il segreto del cartoon che punta all'Oscar
Inside Out è il film più visto dell'anno in Italia
. Sbancato il botteghino con oltre 25 milioni di euro. È il più alto incasso per un film Pixar nel nostro Paese, battendo perfino il successo di Alla Ricerca di Nemo, e il secondo per un film Disney, dietro al grande classico d'animazione Il Re Leone. 
Numeri record per l'Italia, dunque, ma in tutto il mondo Inside Out ha spopolato raggiungendo un incasso globale già vicino agli 850 milioni di dollari. Il sogno del miliardo, insomma, non è poi così remoto. 

Daniel Frigo, presidente e amministratore delegato di The Walt Disney Company Italia, non nasconde di certo la sua soddisfazione per quanto ottenuto nello Stivale: "Siamo assolutamente entusiasti di questo risultato! Ancora una volta è stata premiata la qualità Disney-Pixar, che da sempre affascina spettatori di tutte le età portando sul grande schermo storie uniche, caratterizzate da un'animazione pionieristica e da una grande capacità di storytelling".
L'ad guarda oltre e vede già nuovi successi per la pellicola, anche fuori dalle sale cinematografiche: "Inside Out continua a emozionare il pubblico italiano al cinema e a si candida a diventare uno dei regali più gettonati del prossimo Natale nonché il set di costumi più richiesti del Carnevale 2016, grazie ai prodotti a tema presenti nei Disney Store e in tutte le declinazioni merceologiche nel mondo del giocattolo, apparel, home, fashion, stationary in associazione con le migliori marche italiane e internazionali che hanno abbracciato la licenza del film".

Il film, diretto da Pete Docter insieme al co-regista Ronnie del Carmen, è stato già proiettato in anteprima mondiale fuori Concorso al 68esimo Festival di Cannes e, dopo il successo di critica e pubblico, sarà protagonista anche ai prossimi Oscar. C'è già chi parla di un duello tra il cartoon e Revenant, di Leonardo di Caprio. Di certo le centinaia di milioni di persone che hanno visto gioia, tristezza, rabbia, disgusto e paura faranno il tifo per loro.

Inside Out è il più visto del 2015. Il segreto del cartoon che punta all'Oscar
Anche perché Inside Out ha un segreto: piace a tutti. Anzi, riceve apprezzamenti soprattutto da chi ha già superato l'età della giovane protagonista del lavoro firmato Pixar. 
Dunque gli applausi di fine proiezione arrivano da mamme e papà che rivedono la loro infanzia, dai ventenni che rinfrescano ricordi ancora chiari, ma anche dai nonni che si divertono ad immaginare cosa c'è nelle testoline degli amati nipoti. 
In pochi avrebbero previsto un simile trionfo in Italia, visto che i Minions avevano dalla loro una maggiore campagna pubblicitaria. Con Inside Out a vincere sembra essere stato soprattutto il passaparola a casa, a lavoro, in famiglia. Come un tempo, quando si andava al cinema perché ce lo aveva consigliato qualcuno. 

Quanti di voi non hanno, finito il film, chiamato un conoscente per dirgli che quel personaggio visto sullo scherma glielo ricordava in modo sorprendente? La collega sempre disgustata da tutto e tutti, a dir poco con la puzza sotto il naso, o il vicino di casa sempre arrabbiato, pronto a scoppiare da un momento all'altro. Il compagno di scuola pauroso, sempre pronto a tremare come una foglia anche per delle sciocchezze, e quella triste, al punto da sembrare fuori dal mondo (ma invece non sempre è così, come insegna proprio il film). Infine gioia, colei che ti trascina, l'inguaribile ottimista, perché in fondo conviene esserlo in questa splendida avventura chiamata vita. 

Inside Out eredita il titolo di miglior film dell'anno dalla Disney, che nel 2014 si impose in Italia con "Maleficent". L'anno prima a vincere era stata invece la commedia italiana “Sole a catinelle”, mentre nel 2012 il primo posto era stato conquistato da “Madagascar 3: ricercati in Europa”.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]