Che fine ha fatto Viola Valentino?

27 ottobre 2016 ore 11:03, intelligo
di Anna Paratore

C’è stato un periodo nella storia della canzone italiana in cui “la coppia canterina” per eccellenza, Albano e Romina, doveva contendersi il titolo con altri due belli e famosi, Viola Valentino e Riccardo Fogli, anche loro marito e moglie per 23 lunghi anni fatti però di alti e bassi, con alle spalle una storia diversa rispetto a quella di Albano e Romina, con tanto di “triangolo” da far gettare fiumi d’inchiostro al gossip di allora.  Una storia complicata quella di Viola Valentino e Riccardo Fogli, che i due hanno “riesumato” tempo fa nel salotto pomeridiano di Barbara D’Urso. Nemmeno a dirlo, sembrano rimasti amici. Sembrano…
Viola Valentino è oggi una bella signora di 67 anni che ne dimostra sì e no 45, fidanzata con un giovanotto di bell’aspetto che ha oltre trent’anni meno di lei.  Riccardo Fogli, invece, di anni ne ha 69 e li dimostra quasi tutti, ma anche lui ha una nuova compagna, una mogliettina che, ça va sans dire, ha una trentina d’anni meno del marito.  E per fortuna che, una volta ogni tanto, uomini e donne si equiparano in scelte sentimentali che possono apparire ai limiti della logica, senza che nessuno possa parlare male dell’uno o dell’altra senza farlo per tutti e due.

Che fine ha fatto Viola Valentino?
 

Viola Valentino, nome d’arte di Virginia Maria Minnetti, nasce a Canzo nel luglio del 1949. Comincia la carriera prima come fotomodella e poi come cantante pubblicando nel 1968 il 45 Dixie prodotto da Gino Paoli.  E’ in quel periodo che conosce Riccardo Fogli, di Pontedera, classe 1947. I due hanno un paio di cose che li accomunano, l’amore per la musica e la canzone, e una notevole prestanza fisica. Sono tutte e due belli, di quella bellezza che non passa inosservata, e forse per questo viene loro suggerito di formare un duo musicale, Renzo&Virginia, che inciderà un disco di non inebriante successo.  Ma se la loro esperienza a due nel campo della canzone non sortisce i risultati sperati, nel settore privato nasce una fortissima attrazione e un grande amore, tanto che la coppia si sposa nel 1972.   Il fallimento del progetto Renzo&Virginia, per Fogli non è un problema. Lui già dal 1966 è nell’orbita di un promettente complesso, i Pooh. All’inizio un po’ in sordina, Fogli oltre che il bassista della band ne diventa voce solita nel 1970 con Memorie.  Ma non dura moltissimo.  Un po’ perché il ruolo di Fogli  oscura sia Roby Facchinetti che Valerio Negrini, e un po’ perché il cantante mira a una carriera da solita. In ogni caso, in quel periodo i Pooh entrano nell’Olimpo della canzone italiana con il 45 giri Tanta voglia di lei, che però è cantato da Dodi Battaglia, mentre a Riccardo viene lasciata l’interpretazione della celeberrima e bellissima Pensiero.
Dunque, nella vita di Riccardo il successo c’è e lui lo cavalca anche grazie al suo aspetto, che lo fa ben presto diventare l’idolo delle ragazzine italiane, e non solo. Non altrettanto bene va la carriera di Viola nel mondo della canzone tanto che lei, in quel periodo, torna al suo primo amore e cioè le passerelle della moda. Lì è molto quotata, tanto che parecchie riviste famose la mettono in copertina. Intanto, nel 1973 il rapporto di suo marito con i Pooh entra pesantemente in crisi. E non solo, anche il matrimonio vacilla. Anzi, sembra proprio cedere.  Riccardo ha conosciuto una famosa cantante dell’epoca, e se n’è invaghito al punto di lasciare Viola per seguirla. La nuova arrivata è un nome molto noto. Si chiama Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo. E anche seguendo i consigli di lei che Riccardo molla definitivamente i Pooh mentre la  band pubblica il pluridecorato Parsifal, proposto anche in una fortunata tournée americana. Fogli, dal canto suo, esce con il suo primo album da solista, Ciao amore, come stai, che però non ottiene nemmeno un briciolo del successo sperato, ma anzi rimane piuttosto sconosciuto al pubblico. Seguono due singoli, anch’essi un tonfo, dando proprio l’impressione che nuvole nere si stiano addensando sul futuro discografico del cantante. Sarà per questo che anche la relazione con Patty Pravo entra in crisi? Non possiamo dirlo, ma certo è che la storia si chiude, e ben presto Riccardo, maritino pentito, si ripresenta dalla moglie Viola che magnanimamente, lo accoglie.

Negli anni che seguono, Riccardo torna ad inseguire quel successo che sembra aver smarrito. Almeno fino al 1976, quando il cantante rientra nella top ten della Hit Parade. Seguono una serie di LP di buon successo, come Il sole, l'aria, la luce, il cielo, del 1977 e Io ti porto via, del 1978 che finalmente lo riportano in auge.  Ma l’anno davvero buono sembra essere il 1979, quando Riccardo lancia il singolo Che ne sai, che rimane per moltissimo tempo nelle prime posizioni in classifica, accompagnando il successo dell'omonimo LP e Viola, dal canto suo, torna nel mondo della canzone alla grande con il singolo Comprami, che ottiene uno straordinario successo, arrivando al terzo posto della hit-parade con oltre mezzo milione di copie vendute in Italia e in Spagna, e che resterà la canzone più nota della Valentino. 
Passa il tempo, e Viola lancia alcuni successi discografici che comunque non riescono ad eguagliare Compram,. Sono brani che non entreranno nella storia della canzone italiana, sebbene molti dei ragazzi dell’epoca li abbiano canticchiati a lungo, come ad esempio Sei una bomba, Anche noi facciamo pace, Sera coi fiocchi, Giorno popolare e Romantici, quest’ultimo con 400mila copie vendute, ma che comunque hanno un loro seguito. In quel periodo, per Viola, fanno anche sensazione ben due copertine che le dedica la rivista Playboy, e che mettono in mostra tutta la sua avvenenza.  Anche Riccardo procede con la sua carriera, e nel 1982 si toglie anche la soddisfazione di vincere Sanremo con Storie di tutti i giorni. 

Così, tra dischi, serate, concerti, concorsi, apparizioni televisive e album, procede la vita della coppia Valentino-Fogli fino al 1992 quando tra marito e moglie scoppia la crisi definitiva. Riccardo va dalla consorte e le annuncia che sta per lasciarla perché aspetta un figlio da un’altra donna, l’attrice Stefania Brassi che gli darà Alessandro. Viola accusa pesantemente il colpo e ancora oggi, quando parla di quel periodo, non fa mistero che dal suo punto di vista il marito le ha rovinato la vita, sebbene ormai sia tutto superato. Sia lei che Riccardo, dunque, prendono strade diverse, e si perdono di vista sebbene, dicono,  conservino un rapporto amichevole, con lei che ogni anno gli spedisce gli auguri di compleanno e lui che regolarmente nemmeno la ringrazia.
Di certo, Riccardo continua a pubblicare dischi sia come cantante che come produttore e autore, mentre ha l’ennesima storia d’amore con una giovanissima modella romana, Karin Trentini, che sposa nel giugno del 2010.  
La novella mogliettina gli darà poi una figlia, Michelle. Anche Viola continua a lavorare nel mondo della canzone, sebbene ormai il grande successo l’abbia dimentica, e si ritrovi ad essere una cantante un po’ di nicchia.  Certo è che la nuova storia d’amore con Francesco, così giovane ma anche a dare retta a Viola tanto sensibile oltre che parecchio aitante, sembra averla proprio rinvigorita. Entrambi, sia Viola che Riccardo, si dicono pronti a un’altra giovinezza nel mondo della canzone.
Bastano dunque due giovani amori per rimettere in pista due intere esistenze? Sembrerebbe di sì, e allora tutto è bene quel che finisce bene!

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]