Da Goro e Gorino "nessun precedente": Alfano stigmatizza gli anti-profughi

27 ottobre 2016 ore 11:53, Lucia Bigozzi
Non è una ‘sconfitta’: i fatti di Goro infiammano il dibattito politico, tra favorevoli e contrari, con la politica che alza i toni del confronto. E che il caso non sia destinato ad essere archiviato così facilmente lo dimostra il fatto che il ministro dell’Interno Angelino Alfano è dovuto intervenire ancora dopo le dichiarazioni con cui aveva stigmatizzato le barricate degli abitanti contro un gruppo di 12 profughe destinate ad essere accolte in un ostello del paese nell’ambito del piano di ripartizione nazionale degli immigrati, approntato dal Viminale. Alfano è tornato a parlare dopochè aveva detto che quanto accaduto a Goro non era l’Italia vera. Stavolta precisa che la vicenda “non sarà considerata un precedente. Sono state circostanze specifiche ad aver determinato la scelta” di rivedere il trasferimento delle dodici donne migranti a Goro. E spiega perché: “La presenza di donne, di cui una incinta, ha consigliato di individuare altre soluzioni e a non trasformare in una questione di principio un fatto che era di pura gestione di quel momento”. Insomma, il ministro ci tiene a precisare bene proprio perché fatti analoghi non si ripetano e tuttavia non considera una ‘sconfitta’ dello Stato il fatto che alla fine abbia prevalso la volontà dei cittadini contrari ad aprire le porte dell’ostello alla ‘quota’ di immigrati destinate al centro del Ferrarese. 

Da Goro e Gorino 'nessun precedente': Alfano stigmatizza gli anti-profughi
Non solo: il timore è che a questo punto si possa innescare una spirale emulativa che il titolare del Viminale
sconfessa subito negando perplessità su possibili atti simili che magari potrebbero verificarsi in altre città dove i residenti, visto il precedente di Goro, potrebbero agire o meglio, reagire allo stesso modo. C’è un altro punto sul quale adesso si concentra l’attenzione e riguarda la linea assunta dal prefetto di Ferrara, Michele Tortora. Il ministro Alfano non aggiunge molto ad una dichiarazione che, tuttavia, lascia intendere una componente di irritazione: “Le cose si possono sempre gestire meglio o peggio, però quello che si è verificato ieri non è lo specchio dell'Italia”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]