Paltrinieri da Arena, campione in acqua stacca la Raggi sulle Olimpiadi

27 settembre 2016 ore 11:40, intelligo
di Eleonora Baldo

Non sono lontano dal record, già dalla prossima volta che sarò in forma ci proverò” ha dichiarato un determinatissimo Gregorio Paltrinieri ai giornalisti accorsi all’evento organizzato al Cavalieri Hotel di Roma da Arena, noto marchio di costumi tecnici per gli sport acquatici, che ha voluto riunire tutti gli atleti del nuoto per un simposio sul futuro dello sport e degli eventi sportivi. 
Nonostante il glorioso oro sui 1500 metri stile libero, il Greg nazionale sembra ancora affamato di traguardi e su chi lo pungola sul mancato raggiungimento del nuovo record del mondo nella categoria risponde in maniera pacata ma a tono affermando di non avere alcuna fretta e di non viverla come una ossessione ma dei puntare piuttosto a “mettere sempre le mani davanti agli altri” perché ciò che conta sono le medaglie, promettendo di dare il tutto e per tutto per inanellare anche il record del mondo nei dei prossimi appuntamenti sportivi che lo vedranno impegnato nei prossimi quattro anni. Appuntamenti che il campione affronterà insieme al collega ed amico Gabriele Detti, mettendo così a tacere le voci più maliziose che li vorrebbero rivali. 
Con la stessa pacatezza Paltrinieri non ha mancato di esprimersi anche sul ritiro della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, parlando di una occasione persa per l’Italia, per gli italiani e per tutto il mondo dello sport. Tralasciando l’impegno speso nella promozione della candidatura si tratterebbe di una occasione persa anche per gli atleti e i tifosi, ha commentato con amarezza il campione: “Sarebbe stato bello per noi atleti e per il pubblico italiano, molti magari non se ne rendono conto ma avere un’Olimpiade in casa, dal punto di vista sportivo, andarla a vedere, è una cosa bellissima”. Alle considerazioni di Paltrinieri fanno eco quelle di altri atleti intervenuti alla convention come il sudamericano Chad Le Clos che, in qualche modo, minimizza i timori addotti dalla Raggi sull’inadeguatezza di Roma ad accogliere i giochi olimpici, affermando che il sistema trasporti non funzionasse bene nemmeno a Rio ma che i brasiliani non si sono scoraggiati e i giochi si sono fatti comunque.
Paltrinieri da Arena, campione in acqua stacca la Raggi sulle Olimpiadi
Insomma, a quanto pare ci troviamo di fronte ad un campione a 360 gradi, capace di conciliare l’impegno in vasca con l’impegno “politico”, essendo anche uno degli atleti firmatari della lettera inviata alla Raggi per esprimere il proprio dissenso contro il no alle Olimpiadi del 2024. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]