Uova a Salvini, Borghezio attacca: "Ora chiudere i centri sociali"

28 aprile 2015, Adriano Scianca
Uova a Salvini, Borghezio attacca: 'Ora chiudere i centri sociali'
Il leader della Lega Matteo Salvini accolto ad Ancona dal lancio di uova, pomodori e bottiglie. E non è la prima volta. Per l’eurodeputato Mario Borghezio, “queste violenze siano le risposte volute, fomentate e forse finanziate da un sistema che vede nella Lega a trazione Salvini una opposizione non condizionabile”. E ora, spiega l'esponente leghista intervistato da IntelligoNews, non resta che una sola soluzione: “È giunta l’ora di chiudere i centri sociali”. 

Borghezio, Salvini non può praticamente più muoversi senza incappare in contestazioni, spesso violente. Cosa sta succedendo attorno al vostro partito? 

«Credo che la questione sia grave anche perché avviene in campagna elettorale. Questa è a tutti gli effetti una campagna politica che credo vada segnalata anche in sede europea, dato che in Europa le campagne elettorali si svolgono in un clima di normalità, a parte forse in Bosnia Erzegovina, credo. Comunque sotto c’è qualcosa di strano». 

Cosa intende dire? 

«Credo che queste violenze siano le risposte volute, fomentate e forse finanziate da un sistema che vede nella Lega a trazione Salvini una opposizione non condizionabile». 

Lei ha subito anche personalmente delle contestazioni violente. Come sono andate a finire, poi? 

«È molto grave che da diverso tempo, in certe zone del nord Italia, ci siano attacchi sistematici ai nostri gazebo. Io personalmente subii un’aggressione circa 10 anni fa. Sono tutti fatti che quasi sempre finiscono in un nulla di fatto giudiziario, cosa che dimostra una volta di più la copertura di cui godono queste persone». 

Di fronte a contestazioni sempre più violente, cosa consiglia di fare a Salvini? Si deve fermare? 

«Non che ce ne fosse la necessità, ma in ogni caso io l’ho esortato a continuare, ma anche a tenere gli occhi aperti. È evidente che certe forze vedono nella Lega di Salvini un pericolo, perché è irriducibile ai compromessi delle false opposizioni». 

E intanto Salvini cresce ancora nei sondaggi. Non è che le contestazioni vi fanno bene? 

«Io credo che faccia premio la costanza e la coerenza di un discorso che incide sempre di più. Le contestazioni non è che ci facciano bene di per sé, ma certo la gente finisce per domandarsi perché tanto odio nei confronti di una sola persona. E si dà anche una risposta…». 

Nella notte a Milano sono state colpite una sede di Forza Nuova, una dell’Ugl ed è stata incendiata una libreria. Come commenta? 

«È un fatto molto grave. In questo caso, oltre ai soliti attentati a sedi di partito o sindacali, è se possibile ancora più grave che ad essere stata colpita sia stata la sede della casa editrice Ritter, che è da tempo punto di riferimento per una cultura alternativa a quella del potere. È un fatto che da solo dovrebbe suscitare la risposta del governo»

Che tipo di risposta? 

«Credo che sia giunta l’ora di chiudere i centri sociali».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]