La Camera vota la decadenza di Galan: la Severino colpisce ancora

28 aprile 2016 ore 16:51, Americo Mascarucci
Giancarlo Galan da oggi non è più parlamentare. 
Finisce l'era di uno dei più potenti amministratori del Nord, un pezzo da novanta di Forza Italia e del centrodestra, Governatore del Veneto per quindici anni e poi ministro.
L'Aula della Camera ha infatti approvato la relazione della Giunta delle elezioni di Montecitorio che ne decideva la decadenza dal seggio di Montecitorio sulla base della legge Severino essendo stato Galan condannato per corruzione. Sono stati 388 i voti favorevoli, 40 i contrari e 7 gli astenuti. 
Al suo posto subentrerà il vicentino Dino Secco. 

La Camera vota la decadenza di Galan: la Severino colpisce ancora
Secondo la procura di Venezia, l'ex Governatore e Ministro avrebbe percepito  "uno stipendio di un milione di euro l'anno più altri due milioni una tantum per le autorizzazioni necessarie alla realizzazione del Mose". 
La Camera dei deputati aveva concesso l’autorizzazione all'arresto  e dopo 78 giorni di carcere il GIP aveva firmato i domiciliari per Galan che ha patteggiato una pena di 2 anni e 10 mesi restituendo 2,6 milioni di euro (a fronte di un presunto maltolto di oltre 15 milioni) accolta dai PM e confermata dal GIP insieme a 19 dei 35 indagati. 
Galan si era difeso sostenendo di aver patteggiato, non in quanto colpevole, ma per poter tornare finalmente libero, uscire dal carcere e riacquistare la piena libertà
"La scelta dell'arresto in carcere e non ai domiciliari era una strumento necessario per esercitare la più violenta delle forme di pressione per portarmi al patteggiamento - denunciò Galan -  Il carcere è un'esperienza devastante e ha un effetto straziante, tanto da avermi fatto perdere 22 chili in 70 giorni. A patteggiare fui costretto ma non mi aspettavo la decadenza, mi fidavo delle parole del ministro Orlando che aveva detto che la Legge Severino non si applicava al mio caso". 
Invece ecco che, come per Silvio Berlusconi la Legge Severino è caduta come una mannaia su di lui.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]