L'annuncio di Anonymous: "Sventato attacco Isis in Italia". Ma non erano "conigli"?

28 dicembre 2015 ore 23:59, Americo Mascarucci
Il leader della lega Matteo Salvini li ha definiti "conigli" ma alla fine i tanto detestati hacker di Anonymous potrebbero diventare dei veri e propri “eroi” se saranno confermate le notizie circa alcuni attentati organizzati dall’Isis che proprio loro sarebbero riusciti a scongiurare.
L’ultimo riguarderebbe l’Italia. 
L'annuncio di Anonymous: 'Sventato attacco Isis in Italia'. Ma non erano 'conigli'?
Lo ha annunciato il collettivo degli hacker  attraverso il suo account 'Operation Paris' su Twitter (#OpParis): "Questo mese abbiamo lavorato in silenzio. Abbiamo già sventato un attentato di Isis in Italia e speriamo di bloccarne altri". 
Insomma dopo gli attentati di Parigi, gli hacker hanno deciso di “salvare l’umanità” in pericolo dichiarando guerra all’Isis con tanto di annuncio delle ostilità. "Lanceremo la più grande operazione contro di voi. Aspettatevi attacchi informatici massicci. La guerra è dichiarata. Preparatevi" diceva un portavoce di Anonymous in un video pubblicato su YouTube subito dopo gli attacchi nella capitale francese, dichiarando guerra allo Stato islamico. 
Tuttavia la notizia dell’attentato che sarebbe stato sventato in Italia non ha trovato conferme ufficiali da parte dei servizi di Intelligence. 
Le attività degli hacker contro i terroristi dell'Isis sono partite già dopo le stragi al giornale satirico francese Charlie Hebdo e al supermercato kosher, avvenute a gennaio quando è stata lanciata una campagna simile a #OpParis.
"Attaccare la libertà di espressione è attaccare Anonymous" recitava il video messaggio diffuso subito dopo la morte del direttore del giornale satirico e alcuni vignettisti di punta. Una vera e propria cyberwar, dunque, che si combatterebbe a colpi di hackeraggi tra i pirati informatici del califfo Abu Bakr al-Baghdadi e quelli appartenenti al gruppo di Anonymous. 
Anonymous, inoltre, ha anche fatto sapere di aver scoperto un italiano tra i jihadisti che si occupano della propaganda sul web. L'uomo vivrebbe all'estero e sarebbe uno dei vertici dell'organizzazione terroristica. 
A fine novembre, poi, Anonymous ha divulgato in Rete una lista di otto presunti obiettivi che l'Isis avrebbe deciso di colpire. Tra questi ci sarebbe stato anche un concerto rock previsto a Milano, sullo stile di quello che era in corso al Bataclan quando i terroristi hanno colpito, e la chiesa del Cristo Re a Roma. Ad ogni modo la notrizia dell’attentato sventato in Italia è stato poi ritirato dal web per non ingenerare panico. 
Proprio in queste ore Anonymous in Italia è al centro delle cronache per aver attaccato la pagina di Matteo Salvini. Questo il messaggio postato insieme con la foto dell'ormai nota maschera: "We are Anonymous We are legion We do not forgive We do not forget Expect us". 
"E' un attacco alla democrazia", ha commentato Salvini, mentre i responsabili del team social del segretario leghista stanno lavorando per ripristinare la pagina. "Quei conigli di #Anonymous si sono introdotti nella mia Pagina Fan di Facebook" ha rilanciato il leader del Carroccio.
Ecco la doppia faccia di Anonymous dunque, il volto "buono" e quello "cattivo" ma soprattutto la dimostrazione nel caso degli attacchi ai siti Isis di come "non tutti gli hacker vengano per nuocere". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]