"Mannaia" su Mannoia: Fiorella fuori dal concertone, per scelta politica?

28 dicembre 2015 ore 11:54, Micaela Del Monte
Il concertone di fine anno a Roma è un must. Uno degli eventi più attesi dell'anno e spesso gli artisti fanno la fila per candidarsi a passare la notte più lunga dell'anno sul palco del Circo Massimo.

Quest'anno ad aggiudicarsi lo show sono stati Edoardo Bennato e i Negramaro, il cantautore e uno dei gruppi più amati d'Italia intratterranno quindi i romani la notte del 31 dicembre e li accompagneranno fino all'alba con i propri successi. A rimanere delusa dall'esclusione dal concerto però c'è Fiorella Mannoia che ha scelto Facebook per annunciare ai suoi fan che non sarà tra gli artisti che si esibiranno sul palco del Circo Massimo a San Silvestro. “Voglio avvertire tutti che il concerto di Capodanno a Roma è saltato. – ha scritto la Mannoia alla vigilia di Natale su Fb – Non chiedetemi perché, non lo so…..anche se..un’idea ce l’ho. Approfitto per augurarvi una notte serena. Buon Natale!"

'Mannaia' su Mannoia: Fiorella fuori dal concertone, per scelta politica?
Le motivazioni dell'esclusione secondo la cantante sarebbero da cercare in alcune sue dichiarazioni sulla politica. 
“Sono disgustata dall’opportunità che viene data a chi sta cominciando a fare campagna elettorale. Mi fa disgusto chi inizia a fare campagna elettorale con i corpi ancora caldi dopo questa disgrazia. Ci sono politici che tirano l’acqua al proprio mulino cercando di compiacere la paura che alberga dentro di noi. 
Vedere Renzi – ma non solo lui – con quei sorrisi ebeti stringere la mano ai Sauditi… Armi, petrolio, denaro, potere….mi fanno schifo tanto quanto questi terroristi assassini, non c’è nessuna differenza!” aveva scritto la cantante sulla sua pagina Facebook poco dopo i fatti di Parigi e secondo lei sono state proprio queste parole a costarle il concerto di Capodanno, ma alcuni suoi fan sono convinti che si tratti di una decisione del sostituto sindaco Trotta per cercare di risanare le casse di Roma.

A difendere la cantante è sceso in piazza il rapper milanese Fedez che ha dichiarato: "Se realmente Fiorella Mannoia fosse stata esclusa dal concerto di Roma per scelte ideologiche ed io fossi tra gli ospiti non parteciperei".
  Non solo i colleghi però si sono schierati in favore della Mannoia, il senatore M5S Maurizio Santangelo ad esempio ha creato l’hashtag #iostoconfiorella

A parte la solita demagogia dei Grillini, che invece di trovare soluzioni intelligenti lanciano solo hashtag per fare gossip, invito i Negramaro e Bennato a invitare la Mannoia a partecipare alla festa di capodanno perché lo merita, perché è brava e perché è amata da tutti”, ha dichiarato invece Stefano Pedica del Pd. “Non conosco i motivi del mancato invito per capodanno, per la verità non lo ha capito nessuno, ma una cosa che mi viene da dire è: no Mannoia? no party”, ha aggiunto.  Manuela Palermi,  presidente del Partito Comunista d’Italia ha affermato che “evidentemente le posizione della grande artista contro i giochi di poteri e le responsabilità delle classi dirigenti nazionali e internazionali nel contesto di guerra globale danno fastidio. Noi comunisti ne sappiamo qualcosa. Il coraggio e le posizioni controcorrente di Fiorella Mannoia ci spingono – ha concluso Palermi – a darle la nostra sincera solidarietà e ci danno più forza nella battaglia quotidiana contro la guerra e l’ingiustizia che regna incontrastata nel nostro Paese”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]