Gelato ai semi di canapa: gusto Bob Marley entro capodanno. Non è la prima volta

28 dicembre 2015 ore 12:14, intelligo
Non poteva che essere così. Un gelato al gusto di canapa dedicato a Bob Marley. Un gelato, per così dire, “stupefacente” come omaggio alla star icona della musica reggae. Accade ad Alassio in una gelateria dove si sono inventati il gelato a base di semi di canapa. Iniziativa che prende le mosse in collaborazione con Canapa Ligure, un’associazione che promuove il prodotto naturale e i suoi effetti considerati benefici per la salute. E seguendo questa traccia, lo slogan non poteva che essere questo: “E” buono e fa bene”, sostengono i produttori che pensano di commercializzarlo già per la fine dell’anno, magari nella notte più pazza del mondo come quella di San Silvestro. Ma di cosa si tratta? “E’ un gelato con semi di canapa decorticati, buonissimo e con tutte le proprietà benefiche proprie della canapa dovute soprattutto all'alta presenza degli acidi polinsaturi che li rendono preziosi per combattere e prevenire diversi disturbi tra i quali l'arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesterolo, artrosi, malattie del sistema respiratorio, eczemi e acne”, spiegano orgogliosi i produttori della novità gastronomica, rigorosamente artigianale. In tema di cannabis, uno dei promotori più famosi sugli effetti benefici per la salute fu Lester Grinspoon, psichiatra e docente emerito all’Università di Harvad che nei suoi studi sostenne a lungo la validità dell’uso terapeutico della pianta di cannabis, e si battè con forza contro la “criminalizzazione” del prodotto naturale identificato e catalogato tra le sostanze stupefacenti. Come si sa, alcuni studi scientifici dimostrano l’utilità dell’uso della cannabis nella terapia del dolore neuropatico e spastico. E’ altrettanto vero che altri studi medici hanno evidenziato gli effetti significativi anche nel dolore tumorale.

Gelato ai semi di canapa: gusto Bob Marley entro capodanno. Non è la prima volta
Tornando alle tipologie di gelato “stupefacente” le cronache raccontano di altri esperimenti, molto lontani dall’iniziativa della gelateria di Alassio. Nel febbraio di quest’anno una coppia di ragazzi, forse per trascorrere un weekend ‘alternativo’, ha raggiunto l’Islanda e tramite Internet, ha scaricato i modi o le “ricette” per creare gelati al gusto di cannabis. Forse erano stufi di fumarla e volevano provare a mangiarla. Ma l’esperimento è fallito col risultato che i due giovani si sono sentiti male e sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso. Analogo episodio, questa volta, con risvolti penali più importanti, risale al 2013 quando i carabinieri di Monza e Vimercate arrestarono un 52enne gestore di un bar dove, nel corso di un blitz, trovarono un sacchetto di plastica contenente oltre 30 grammi di cocaina nascosto nel frigorifero dei gelati. Chissà se voleva sperimentare il gelato al gusto di ‘coca’ o se invece lo riteneva il miglior rifugio per non dare nell’occhio. Fatto sta che secondo i carabinieri, i ragazzi della zona si sarebbero rivolti al barista per avere dosi di stupefacente in vista del fine settimana e per non suscitare sospetti si rivolgevano a lui chiedendo un gelato. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]