Afghanistan, 25 morti in due attentati: talebani allo sbando senza mullah Omar?

28 febbraio 2016 ore 14:37, Adriano Scianca
Afghanistan, 25 morti in due attentati: talebani allo sbando senza mullah Omar?
Due attentati tornano a insanguinare l'Afghanistan. Obbiettivi, un capotribù antitalebano e un ufficio governativo. In tutto sono stati almeno 25 i morti. Il primo attacco è stato effettuato da un kamikaze a bordo di una motocicletta in un mercato di Asadabad, capoluogo della provincia orientale di Kunar; l'ultimo bilancio delle vittime è di 13 morti e almeno 40 feriti. Nel mirino un leader tribale, Khan Jan, che é rimasto ucciso. L'uomo era a capo di una rivolta locale contro i talebani, ha detto il capo della polizia provinciale, Abdul Habib Sayedkhaili. L'altro è stato compiuto nei pressi del ministero della Difesa, nel centro di Kabul, ed è costato la vita a 12 persone; altre otto persone sono rimaste ferite.

"Il kamikaze era a piedi e si è fatto saltare alla chiusura degli uffici", ha precisato il portavoce del ministero, Dawlat Waziri. L'attentatore suicida ha preso di mira un veicolo delle forze di sicurezza afghane che è andato totalmente distrutto. In un messaggio via Twitter il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha rivendicato l'attentato. I due attacchi rischiano di vanificare le iniziative per una ripresa del processo di pace, avviate all'inizio dell'anno dal governo di Kabul con il sostegno di Cina, Pakistan e Stati Uniti. I quattro Paesi hanno sollecitato una ripresa del dialogo diretto entro la prossima settimana. I colloqui diretti erano iniziati la scorsa estate in Pakistan, ma il secondo round è stato rinviato più volte dopo la morte del leader talebano Mullah Omar. Il suo successore, Mullah Akhtar Mansour, non gode del sostegno unanime dei miliziani. E forse la nuova scia di sangue deriva anche dalla mancanza di una leadership chiara fra gli studenti coranici.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]