Moratoria Onu sull'utero in affitto. La "buona battaglia" de La Croce perché "i figli non si pagano"

28 gennaio 2015 ore 10:19, Marta Moriconi
1Al segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon E per conoscenza al Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi  Al presidente dell'Europarlamento Martin Schulz  .... I FIGLI NON SI PAGANO! Si potrebbe riassumere bene con questi nomi e questo titolo l'iniziativa de La Croce sulla moratoria Onu sull'utero in affitto. Mario Adinolfi, il direttore, nel segno della sua 'buona battaglia' sui temi della maternità e paternità, impugna (è proprio il caso di dirlo) carta e penna per interrompere quelle procedure che portano alla nascita di bambini-oggetto. E chiede a tutti di farlo, indirizzando le firme a piazza del Gesù 47, 00186 (servono nome e cognome, indirizzo, telefono o email e firma). Lo stop alla leggi che consentono di accedere a forme di genitorialità surrogata è chiesto a tutti i potenti della terra perché - scrivono su La Croce-si sta parlando di una pratica barbara che maschera la realtà de fatti: l'utero in affitto appunto, ossia un passaggio di denaro tra acquirente e venditore per il prodotto-bimbo. Beh, il caso o la Provvidenza vuole che l'Italia considera inaccettabile questa "violazione dei diritti elementari della donne e del bambino" e per questo sia incorsa in sanzioni (della Corte di Strasburgo) perché non riconosce questa "supposta" genitorialità surrogata. Motivo in più per La Croce di andarne fiera e chiedere al Segretario Generale dell'Onu di "convocare l'assemblea del Palazzo di Vetro per mettere in votazione la proposta di moratoria delle pratiche di utero in affitto e di genitorialità surrogata i tutto il mondo, nel riospetto particolare che si deve ai soggetti più deboli che più fatica fanno a far valere i propri diritti umani e civili come le donne in condizioni di bisogno e i bambini appena nati". E ora, una volta scesi in campo, non manca che combattere.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]