La Juve di Allegri vince. Funzionano i 3 ingredienti per la Coppa Italia

28 gennaio 2016 ore 11:21, Lucia Bigozzi
La ricetta di Allegri? “Incoscienza, intelligenza e concretezza”. Così nel tweet che il mister dedica al post partita di Coppa Italia per elogiare i suoi ragazzi con i quali ha portato a casa la quattordicesima vittoria di fila, lasciando sul campo e con un bion svantaggio, l’Inter di Mancini che fino a poche settimane fa dominava la classifica e se la giocava per lo scudetto. Ora la partita si è rovesciata e la Juventus, si sta confermano una squadra imbattuta che vola verso il traguardo. Per il match di Coppia Italia, il tecnico toscano dalla squadra voleva “incoscienza” ma come ha postato nel suo tweet (molto cliccato sui social, sia dai fans juventini che dagli avversari – storici e non – col dente avvelenato per la marcia della Juve verso il traguardo finale) ha avuto “intelligenza e concretezza”. Ovvero di più, a conferma del buon momento che stanno vivendo i bianconeri. E se per carattere e formazione, Allegri è sempre attento a non dire troppo, bensì a mantenere un low profile, stavolta nel “cinguettìo” post partita, manifesta tutta la sua soddisfazione che suona come melodia per i giocatori. L’aggiunta al post di Allegri si traduce nella traiettoria che il tecnico traccia per la Juventus: “Il nostro viaggio deve continuare con questo bagaglio”.  E nel carniere bianco-nero da ieri c’è anche la finale di Coppa Italia, podio ambitissimo per i Club italiani. Previsione non remota dal momento che il secondo round della semifinale, tra un mese a San Siro, probabilmente non cambierà le carte in tavola. 


La Juve di Allegri vince. Funzionano i 3 ingredienti per la Coppa Italia
Sul piano tecnico, Allegri rileva come la squadra abbia giocato “una buona partita, ordinata, senza concedere niente all’Inter e abbiamo rischiato solo quando eravamo 11 contro 10, alla fine”. E i giocatori hanno risposto alle sue sollecitazioni perché “l’incoscienza in questo momento deve essere quella di non pensare a quello che è stato fatto. E per quanto riguarda la Coppa Italia, questa è stata una partita importante: quando giochi le gare andata e ritorno, la prima cosa è non prendere gol in casa, perché dopo si complicano le cose. E i ragazzi sono stati bravi”. 
Un passaggio del commento post partita lo riserva alla forma ritrovata - e al gol – di Alvaro Morata. La sottolineatura serve ad Allegri non solo per celebrare la performance del giocatore ma anche per dire che “quando i giocatori sono in una grande squadra devono essere preparati a lottarsi posto e spazio: 10-30-60 minuti, quello che l’allenatore ritiene giusto farli giocare”.  

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]