Governo, esordio del ministro Costa nell'ultimo rimpasto (e Scelta Civica "sale" con Zanetti)

28 gennaio 2016 ore 12:42, Americo Mascarucci
Dopo aver respinto le mozioni di sfiducia presentate dalle opposizioni a Palazzo Madama per il "caso banche" il Premier Matteo Renzi si starebbe apprestando a condurre in porto il rimpasto di Governo. 
Sembra ormai certo l’ingresso di Enrico Costa come ministro degli Affari Regionali. L’esponente del Nuovo Centrodestra andrebbe quindi a rinforzare la squadra di Angelino Alfano all’interno dell’Esecutivo, in barba a chi anche nelle ultime ore ha invitato i centristi ad un gesto di coerenza, abbandonando gli scranni del Governo e togliendo la fiducia a Renzi in caso di approvazione del Disegno di Legge Cirinnà sulle unioni civili. Sabato tutti al Family Day ma intanto ecco occupata una nuova casella di Governo. 
Governo, esordio del ministro Costa nell'ultimo rimpasto (e Scelta Civica 'sale' con Zanetti)
Ma non è tutto. Il Nuovo Centrodestra avrà modo di gioire anche per il ritorno di Antonio Gentile, che tornerà ad occupare la poltrona di sottosegretario ai Trasporti abbandonata pare in pieno accordo con il Premier Renzi, quando Gentile restò immischiato nella storia delle presunte pressioni esercitate sul direttore di un quotidiano della Calabria per non far uscire alcune notizie imbarazzanti sul figlio. Gentile lasciò l’incarico per "ragioni di opportunità" ma dal momento che la vicenda si è conclusa senza conseguenze sul piano giudiziario, ecco che l'esponente Ncd può tranquillamente tornare al suo posto. 
Enrico Zanetti di Scelta Civica da sottosegretario andrà a ricoprire l’incarico di viceministro dell’Economia. Un altro ex montiano, Antimo Cesaro dovrebbe invece essere promosso sottosegretario alla Cultura al posto di Francesca Barracciu del Pd che si è dimessa in seguito all’inchiesta che la vede coinvolta per le presunte spese pazze alla Regione Sardegna. 

Diversi movimenti di sottosegretari anche in casa Pd : Sandro Gozi potrebbe andare al ministero degli Esteri, lasciando il posto di sottosegretario alla presidenza del Consiglio a Tommaso Nannicini (che avrà una delega speciale sull'occupazione), mentre Teresa Bellanova sembra praticamente certa al Ministero dello Sviluppo Economico, nel ruolo che fu di Claudio De Vincenti. dove però Scelta Civica vorrebbe piazzare Giulio Cesare Sottanelli. Sugli Esteri, si parla anche di Enzo Amendola come viceministro al posto di Lapo Pistelli che ha lasciato la scorsa primavera.
Un rimpasto dunque che sembra propedeutico a Renzi per rinsaldare i legami con i partner di Governo e poter così tirare dritto, minoranza Dem permettendo, fino al 2018. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]