Banche, Zoggia (Pd): "Governo usi parole nette: nessuna alleanza con Verdini. Con Tosi si potrebbe discutere"

28 gennaio 2016 ore 12:07, Marta Moriconi
Il raggiungimento della maggioranza, a quota 161, sulle mozioni di sfiducia votate anche dal Senato sul caso Banche, è la notizia di ieri. Oggi ci si interroga su "stampelle" poco gradite ai bersaniani. IntelligoNews ha intercettato Davide Zoggia, deputato dem, per capire gli umori della "sinistra del Pd".

Zoggia, maggioranza raggiunta e fiducia al governo confermata ieri. Ma c'è l'ombra del conflitto d'interessi a spiegarsi sulla giornata di ieri. E' così?

"La mozione di sfiducia ha svelato tutte le contraddizioni che questo caso si porta con sé ed è stato un autogol per la minoranza. Un tema giusto, come il ruolo delle banche e la tutela dei risparmiatori, non può essere portato come scontro politico o tentativo di ribaltone. La discussione va fatta in maniera corretta e trasparente, ma utilizzarla sulla pelle dei risparmiatori non è giusto". 

Banche, Zoggia (Pd): 'Governo usi parole nette: nessuna alleanza con Verdini. Con Tosi si potrebbe discutere'
Ma alcune ombre rimangono, lasciando indietro lo scontro politico tra governo e opposizione...

"Se entriamo nel dettaglio, restano delle questioni aperte, come il comportamento del gruppo di Verdini. Dobbiamo lavorare per allontanare sempre più il sentore che ci possa essere un'intesa tra il Pd e Ala. Non sono scandalizzato che sulle riforme costituzionali ci possa essere il voto di Verdini, sono preoccupato che su ordinamenti ordinari possa esserci il suo appoggio. C'è un'incompatibilità di fondo tra le politiche del partito democratico e quelle di Verdini. E' una cosa che va monitorata di continuo. Il governo nazionale dica che non ci sarà mai, né nel futuro e neanche nel presente, un'alleanza con Verdini: servono parole nette".

Gotor addirittura ha parlato di differenze "antropologiche" tra i dem e l'ex bracico destro di Berlusconi.

"Non sono un antropologo e non mi permetto di dire queste cose, più che l'aspetto fisico guardo i contenuti e le adesioni che il partito di Verdini fa rispetto al Pd. Non vorrei che si snaturasse il nostro partito, sarebbe un'alleanza contro natura come ho già avuto modo di dire". 

E un'alleanza con Tosi? Cosa pensa del voto di fiducia dell'avvocato di Berlusconi Ghedini poi? 

"Tosi ha rotto con la Lega in Veneto, è alla ricerca di un spazio politico all'interno dei diversi schieramenti. Ghedini boh, non saprei, direi che dimostra, come dicevo prima, che la presentazione della mozione da parte della minoranza ha mostrato le loro fragilità".

Per quanto riguarda le alleanze, Tosi dunque sarebbe meglio di Verdini?

"Verdini è incompatibile, Tosi per come ha governato in questi anni è distante. Ma se ragioniamo di temi più locali, forse lì è possibile trovare delle convergenze e verificare se lui è davvero cambiato rispetto al periodo in cui stava con la Lega. Se ha modificato davvero impostazione su molti temi, dalla Padania all'immigrazione, è evidente che in quel caso si potrebbe discutere. Ma va valutato davvero il suo cambiamento rispetto agli altri anni". 



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]