Che ci fa Leonardo Di Caprio dal papa? Tutto merito dell'ambientalismo (FOTO)

28 gennaio 2016 ore 16:29, Lucia Bigozzi
Un Di Caprio che al red carpet preferisce un carpet … white. Almeno per un giorno. Così l’attore sulla cresta per l’onda e con il suo “The Revenant” nelle sale cinematografiche che va a gonfie vele, ha varcato la soglia di San Pietro per un faccia a faccia con papa Francesco. Udienza in Vaticano con un filo conduttore prevalente: i cambiamenti climatici che minacciano l’equilibrio del pianeta. Un tema sul quale la star hollywodiana è impegnata da tempo, come peraltro è ben nota la sensibilità del pontefice che al tema ha dedicato l’ultima sua enciclica “Ludato sii”, ma per stare a eventi più vicini temporalmente, basta ricordare il grande spettacolo della natura proiettato sulla Basilica di San Pietro il giorno dell’apertura dell’anno del Giubileo della Misericordia. Con la “Leonardo DiCaprio Foundation”, finora ha raccolto somme ingenti per la salvaguarda di foreste e oceani. Inoltre, è stato nominato “Messaggero di Pace” dall’Onu. 

Che ci fa Leonardo Di Caprio dal papa? Tutto merito dell'ambientalismo (FOTO)
“Attore e ambientalista” lo definisce Radio Vaticana parlando delle “due attività dichiarate, una accanto all’altra, da Leonardo Di Caprio sul suo profilo Twitter. Ed è stato questo riconosciuto impegno nel campo della tutela ambientale che lo ha portato a desiderare di incontrare, come avvenuto questa mattina in Vaticano, Papa Francesco nel quale Di Caprio riconosce un’autorità in materia, in particolare con la pubblicazione dell'enciclica ‘Laudato Sì'’. Sempre Radio Vaticana, ricorda poi che “a dicembre dello scorso anno, Leonardo Di Caprio era intervenuto al vertice Onu sul cambiamento climatico 'Cop21' che si è tenuto a Parigi e lo scorso 19 gennaio al World economic forum di Davos, dove ha ricevuto il premio 'Cystal award' per il suo contributo alla salvaguardia dell'ambiente”. Sul piano professionale, Di Caprio non ha certo bisogno di troppe presentazioni: vale la pena di menzionare però le sei candidature al premio Oscar ricevute nella sua carriera artistica, i dodici Golden Globe (ne ha vinti tre), quattro al Premio BAFTA e otto agli Screen Actors Guild. E il 2016 sarà un altro anno importante per l’attore perché con “The Revenant” è candidato ai Premi Oscar in programma il prossimo 28 febbraio a Los Angeles.
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]