Lo sport piange Stefano Borgonovo. Ecco il ricordo dei grandi del calcio

28 giugno 2013, Micaela Del Monte
 
Lo sport piange Stefano Borgonovo. Ecco il ricordo dei grandi del calcio
Tutto il mondo del calcio è in lutto per la scomparsa di Stefano Borgonovo, l'ex centravanti di Milan e Fiorentina era malato da tempo di Sla.
 

Borgonovo si è spento ieri a Firenze a poche ore dal match di Confederations Cup tra Spagna e Italia. Partita persa dagli azzurri ma dedicata a Stefano dal CT Prandelli che lo ha voluto ricordare così: "Una bella prova che vogliamo dedicare a Stefano Borgonovo e alla sua famiglia, che ha vissuto con grande serenità questo dramma". Prandelli non è stato l'unico a voler dare un saluto al grande eroe che per anni ha lottato contro la sua malattia. 

Anche Blatter, presidente della Fifa, ha elogiato la sua forza: “Sono triste per la notizia della sua morte. Era un modello di coraggio. Il mio pensiero va alla sua famiglia”. E lo stesso ha fatto il presidente della Uefa Michel Platini: "Stefano Borgonovo era e rimarrà un esempio per tutti. La gioia di vivere, il suo coraggio e l'amore per il calcio sono caratteristiche che ha sempre mantenuto durante la sua battaglia contro la Sla. Una importante lezione per tutti noi". Commoventi anche le parole dei suoi ex compagni di squadra come Roberto Baggio ("Ciao Stefano, Eroe"), Carlo Ancelotti (“Grazie per l'insegnamento che hai dato a tutti noi. Ciao Stefano, amico mio") e Demetrio Albertini (“Stefano è stato un gran giocatore, un ragazzo timido, un combattente indomabile contro la sua malattia. Stefano ha affrontato questa malattia con una forza smisurata, perché voleva essere d'aiuto per gli altri. E poi la sua difesa del calcio è stato un altro atto d'amore"). Non mancano le dichiarazioni di affetto da chi ha preso Borgonovo come esempio. 

Balotelli si esprime così su Twitter: “Ciao Stefano Borgonovo la tua forza è un insegnamento di vita per tutti. Sarai sempre con me. Con noi! Addio” mentre Florenzi su Facebook scrive: "Ciao campione di vita e di sport". Non sono mancati i messaggi dei grandi del calcio. Così Filippo Inzaghi: "Ciao grande Stefano ci mancherai... Grazie per l'esempio di forza che sei stato... Per sempre nel mio cuore". 

 Anche per Francesco Totti Borgonovo era un un esempio: “Sono molto rattristato perché è venuto a mancare Stefano Borgonovo. Stefano ha combattuto la sua malattia fino alla fine con grande forza d'animo e serenità. Il suo coraggio è un esempio di vita. In questo momento di dolore porgo le mie più affettuose condoglianze alla sua famiglia". Alessandro Del Piero affida al suo sito web queste poche righe di affetto e stima: “Stefano Borgonovo, grande lottatore innamorato del calcio e della vita. Vicino a chi sta soffrendo per il suo addio". 

 Commoventi sono le parole di Arrigo Sacchi, suo allenatore ai tempi del Milan tra il 1989 e il 1990: "Mi dà un dispiacere enorme, lo avevo sentito tra la semifinale e la finale dei campionati europei Under 21. Un ragazzo che ha lottato con una forza interiore e una dignità straordinarie, contro una bruttissima malattia come la Sla, per oltre 10 anni. Un eroe. È stato davvero sfortunato ma ha dimostrato una voglia di vivere e di stare con la sua famiglia davvero uniche. Fu fondamentale nella nostra vittoria della Coppa dei Campioni nel 1990, quando segnò un gol decisivo nella semifinale contro il Bayern, ma di lui più che le qualità calcistiche, ricorderò sempre la voglia di vivere e di lottare. Spero solo che vada a stare meglio". 

 I funerali di Stefano Borgonovo saranno celebrati lunedì alle 14.30 nella chiesa Santi Filippo e Giacomo di Giussano, il comune della Brianza dove viveva l'ex calciatore morto ieri dopo una lunga lotta contro la Sla. Il Comune di Giussano ha già avviato i preparativi per accogliere la grande folla di persone che vorranno tributargli l'ultimo saluto. Molti renderanno omaggio a quell'uomo che ha sempre combattuto, non solo in campo ma soprattutto nella vita di tutti i giorni, fino alla fine, senza mai risparmiarsi. Un uomo che ha saputo dare un grande esempio a tutto il mondo dello sport e ha trasmesso grande forza a chi, come lui, è afflitto da questa orrenda malattia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]