Dambruoso (Sc): “Sulle riforme ottimista. Centro, vogliamo trovare sintesi per contare di più”

28 luglio 2014 ore 12:30, Andrea Barcariol
Lascia aperte le porte all’ipotesi di un grande centro, Stefano Dambruoso, deputato di Scelta Civica
Dambruoso (Sc): “Sulle riforme ottimista. Centro, vogliamo trovare sintesi per contare di più”
,  intervistato da Intelligonews. Domani inizia la maratona per la riforma del Senato. Sarà la settimana decisiva? «Non c’è ancora nessuna certezza, ma avverto la volontà chiara della maggioranza di raggiungere l’obiettivo del superamento del bicameralismo perfetto. Mi fa piacere che l’opposizione ignori il tema delle vacanze che non rappresenta un problema. Credo che degli aggiustamenti potranno essere fatti e, visto anche il contingentamento dei tempi, sono ottimista». Renzi dice che questo ostruzionismo fa crescere il suo consenso. E’ d’accordo? «Ci sono tanti cittadini che credono nel cambiamento e vedono in Renzi l’interprete migliore, ma c’è invece chi ha molte perplessità sulla mancata concretezza del governo. Sicuramente in questo momento la maggioranza della gente spinge per il cambiamento». Alla luce di quanto emerso nell’assemblea di Ncd, è veramente percorribile l’ipotesi di un supergruppo parlamentare centrista? «E’ evidente che ci sono dialoghi aperti e disponibilità anche nel centro-sinistra, dove il carro Renzi è troppo affollato. Stiamo parlando, in maniera costruttiva, di progetti che non hanno l’obiettivo di unificare tutto in un partito o in un gruppo unico, ma vogliamo trovare delle sintesi per contare di più sia alla Camera sia al Senato. Si tratta di gruppi che manterranno la loro identità, con una progettualità che non coincide con quella del governo». Ncd, che dovrebbe promuovere questo progetto, sembra però spaccata in 3 diverse correnti. «La situazione del Nuovo Centrodestra è caratterizzata da una forte dialettica interna. Noi che abbiamo passato travagli analoghi osserviamo con rispetto e attenzione quello che avviene in quell’area». Berlusconi sta tentando di riaggregare il centro-destra, coinvolgendo anche Ncd. Crede che ci riuscirà? «Tutti avvertono nel centro-destra che debba essere superata la pagina del ventennio Berlusconiano, con i suoi aspetti positivi e negativi. Il percorso per trovare un erede di Berlusconi è appena iniziato e i tempi saranno lunghi. Sicuramente non sarà semplice, la sinistra ci ha messo 6/7 anni per individuare la leadership di Renzi».  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]