Cirinnà (Pd): “Ddl Unioni civili? Ok aiuto governo ma non per far contenti gli alleati”

28 luglio 2014 ore 13:48, Andrea Barcariol
Vede un governo sempre impegnato sui temi civili, nonostante le parole di Renzi al
Cirinnà (Pd): “Ddl Unioni civili? Ok aiuto governo ma non per far contenti gli alleati”
quotidiano l'Avvenire, sul ddl sulle unioni civili, da lei presentato. Intervistata da Intelligonews, Monica Cirinnà, senatrice del Pd, affronta il tema delle riforme. Domani si parte con la maratona per la riforma del Senato. Il governo riuscirà a convincere le opposizioni a ritirare una parte degli emendamenti ostruzionistici? «La proposta del Pd è molto razionale e aperta al dialogo. Chi come me frequenta le aule da oltre 20 anni sa perfettamente che gli emendamenti ostruzionistici non portano a nulla. Se ci sono emendamenti di sostanza discutiamoli, Zanda giustamente ha detto: “Presentateci 100 emendamenti e li discutiamo uno per uno e magari ci mettiamo anche d’accordo”». Quindi respinge l’accusa delle opposizioni di autoritarismo? «E’ un’accusa che non esiste. Si sa che andavamo a fare una riforma costituzionale mantenendo le regole previste dalla Costituzione con le quattro letture e il referendum confermativo, quindi mi chiedo, dove è questo autoritarismo? Ci sarà tutto il tempo di arrivare a un accordo che tutti vogliamo». Si può che dire che il governo sta puntando molto sulle riforme costituzionali ma ha abbandonato i temi etici, dalle unioni civili al doppio cognome? «No, anzi. Penso che se il governo vorrà sostenere il nostro lavoro in commissione giustizia, aiutandoci, vuol dire che l’impegno c’è. Renzi ha detto che dopo la legge elettorale si faranno le unioni civili. Appena il governo presenterà il suo testo, o integrerà il mio, sarò ben felice perché ciò sta a significare che c’è molta attenzione su questo tema». E’ rimasta sorpresa dalle parole di Renzi che ieri, in un’intervista all’Avvenire, ha definito “superato” il suo ddl sulle unioni civili? «Superato che vuol dire? Se è migliorato va bene, se è ancora migliorabile ben venga l’aiuto del governo, se dobbiamo mollare qualcosa per gli alleati di governo allora meglio di no. Lo capiremo in corso d’opera, a me non è stato comunicato nulla. Oggi c’è commissione giustizia e insieme al mio presidente di commissione andremo avanti». L’integrazione tra il suo testo e quello che verrà presentato dal governo è la strada migliore? «Il governo ci deve dire che testo ha, poi capiremo cosa fare». Lei per anni a Roma ha avuto la delega per occuparsi di animali. Dopo un anno di amministrazione che voto dà a Marino in questo settore? «Non pervenuto».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]