Primo vaccino anti-malaria: ok dall'Ema, ora tocca all'Oms

28 luglio 2015, Marta Moriconi
L'Agenzia europea dei farmaci (Ema) ha detto sì. Si attendeva questa decisione e alla fine è arrivata. Ok al primo vaccino al mondo contro la malaria. Il comitato di esperti (Chmp) dell’Ema permetterà la somministrazione di Mosquirix oltre i confini dell’Unione europea ovviamente laddove la malattia è endemica.

Ci sono voluti 30 anni di studio, 230 mila pagine di dati, più passaggi di controllo da parte dell'Ema. Tanto hanno aspettato l'azienda britannica Gsk che ha investito nel frattempo 356 milioni di dollari di investimento insieme alla Path
Primo vaccino anti-malaria: ok dall'Ema, ora tocca all'Oms
Malaria Vaccine Initiative che ne investiti altri 200 milioni.

Prima ancora Bill & Melinda Gates Foundation facendo sponda tra pubblico-privato ha creduto nel progetto. 

Ma a chi è destinato questo vaccino? Ai bambini, dopo le 6 settimane fino al 17esimo mese è iniettabilee favorisce le difese anche dall'epatite B.

Certo, stiamo parlando di una sperimentazione ma sicura. Provato in 7 Paesi, dal Burkina Faso al Gabon, Ghana, Kenya, Malawi, Mozambico e Tanzania, ha convinto nel 56% dei casi. 

Purtroppo il punto debole c'è. Pare che l'effetto tenda a calare di anno in anno.
Elemento che valuterà l'Organizzazione mondiale della sanità che a fine 2015 dovrà dare il suo lasciapassare.

Poi toccherà ai governi africani, che con loro programmi dovranno decidere l'intera organizzazione della vaccinazione. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]