Meloni Vs l'intellettuale di destra Buttafuoco: in mezzo Salvini (e Allah)

28 luglio 2015, intelligo
Meloni Vs l'intellettuale di destra Buttafuoco: in mezzo Salvini (e Allah)
L’idea di una “Santa alleanza” o meglio di “un’alleanza saracena” tra Matteo Salvini e lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco per il dopo-Crocetta in Sicilia, apre un caso politico nel centrodestra e in particolare dentro la “santa alleanza” – quella sì – del leader della Lega e della leader di Fratelli d’Italia. 

Giorgia Meloni dice no e lo conferma in un post sul suo profilo Facebook: “Leggo che Matteo Salvini vorrebbe Pietrangelo Buttafuoco governatore della Sicilia. Non so se si tratti di una proposta reale, ma ho una cosa da dire sul tema. Pietrangelo Buttafuoco è senza dubbio un validissimo intellettuale e una icona della destra, lo considero un mio amico, ma in estrema sincerità non credo sia una buona idea candidare alla guida della Sicilia una personalità che ha deciso di convertirsi all'Islam. Ognuno è libero di professare la religione che vuole, ma credo che in questi anni l’Italia e l’Europa debbano rivendicare le proprie origini greche, romane e cristiane davanti a chi vorrebbe spazzarle via. Non vorremmo dare un segnale di resa ai fanatici che rimpiangono il passato dominio arabo e musulmano sulla Sicilia. Se la Lega Nord e Matteo Salvini vorranno avere il primato di candidare un convertito all'Islam, per quanto ottimo scrittore e intellettuale, a governatore della Sicilia, Fratelli d'Italia non potrà essere della partita”. 

Insomma, quella conversione all’Islam non va giù, anche se si tratta di un intellettuale di destra, stimato e apprezzato dagli stessi big della destra. A fare da apripista all’idea della candidatura Buttafuoco, è stato il segretario nazionale di Noi con Salvini, Antonio Attaguile e l’occasione del “lancio” è stata la convention in provincia di Messina.  

Ma la sottolineatura di Giorgia Meloni non si è fatta attendere e le connotazioni col segno negativo in questo caso sono due: il fatto che Salvini peschi pro-domo sua nell’alveo culturale e intellettuale della Destra senza avvertire l’alleato e la scelta del giornalista-scrittore di abbracciare il Credo di Allah. E in men che non si dica e suo malgrado, Pietrangelo Buttafuoco diventa un “caso politico”. Chi tra Salvini e la Meloni stavolta userà la ruspa?


Seguici su Facebook e Twitter

LuBi



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]