Giffoni film festival: il trionfo è firmato Italia

28 luglio 2015, Orietta Giorgio
L’Italia trionfa al Giffoni film festival: Grotto, il fantasy della regista Micol Pallucca, si è aggiudicato il premio nella sezione lungometraggi +6, “Forever stars” di Mimmo Verdesca ha vinto nella sezione Gex Doc, Point of view di Matteo Petrelli  ha primeggiato nella sezione cortemetraggi +18, un premio speciale è andato a The Mods di Alessandro Portincasa e Antonio Padovan, che ha vinto il “Giotto super Be’ Be'” nella sezione +3.

Giffoni film festival: il trionfo è firmato Italia

La madrina della premiazione Rocio Munoz Morales (la fidanzata dell'italianissimo Raoul Bova) e il cast della fiction Braccialetti Rossi, ospiti dell’ultima puntata del festival,  hanno entusiasmato il pubblico quasi quanto la partecipazione di Orlando Bloom lo scorso sabato.

Ma cosa racconta il lungometraggio Grotto? Il film-“fiaba”, raccontato dalla Pallucca, è ambientato nella suggestiva cornice delle Grotte di Frasassi (Ancona). La storia vede protagonisti cinque bambini tra i 9 e i 12 anni, Samuele Biscossi (Carlo), Iris Caporuscio (Chiara), Gabriele Fiore (Aldo), Christian Roberto (Luca), Leonardo Similaro (Michele), alle prese con un’avventura che cambierà la loro vita: durante una gita in montagna, precipitando in un crepaccio, si troveranno catapultati in un mondo fantastico e  lì, al centro della terra, conosceranno  una stalagmite animata di nome Grotto. La via d’uscita? I nostri eroi la troveranno grazie al loro nuovo amico, così diverso ma affine e alla coesione esistente tra di loro. 

Vince, quindi, una storia di amicizia e solidarietà, una fiaba antica ma attuale che riguarda i bambini, ma non solo.

Gli altri premiati a Giffoni:
Lungometraggi:
sezione +10 – Labyrinthus di Douglas Boswell (Belgio)
sezione +13 –  Sanctuary di Marc Brummond (Germania)
sezione +16 – All the wilderness di Michael Johnson (USA)
sezione +18 – Coin Locker Girl di Han Jun-Hee (Corea del Sud)

Cortometraggi:
sezione +3 – Captain Fish di John Banana (Francia)
sezione +6 – The wish fish di Karel Janak (Repubblica Ceca)
sezione +10 – The red hunter di Alvaro Ron (USA); secondo classificato Two left feet di Isabella Salvetti (Italia)
sezione +18 (animazione) – About a mother di Dina Velikovskaya (Russia)

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]