Tragedia a Centocelle: operaio muore in un tombino

28 luglio 2015, intelligo
Un operaio della Acea, di 53 anni, ha perso la vita la scorsa notte a Roma, per cause ancora da accertare, dopo essersi calato all'interno di un tombino a seguito di una perdita di acqua. Lo riporta l'Agi.

Tragedia a Centocelle: operaio muore in un tombino
L'incidente è avvenuto in via della Saggina, nel quartiere di Centocelle, periferia est della capitale. 

L'operaio sarebbe intervenuto per una perdita di acqua calandosi in un tombino alla profondità di circa due metri, quando ha perso i sensi. Ignote le cause del decesso, si attende l'esito delle indagini e dell'autopsia per fare chiarezza.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato Prenestino.

Tra le ipotesi quella di un'inalazione di gas o di una improvvisa carenza di ossigeno. 

L'operaio dopo aver aperto la botola d'accesso alla camera delle condutture, un ambiente largo due metri per due ubicato a circa cinque metri sotto il livello stradale, non è più tornato in superficie. Come riporta Repubblica.it gli altri tecnici non vedendolo risalire sono andati a vedere e lo hanno trovato morto.

Seguici su Facebook e Twitter
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]