Laboratorio addio, i 16 macachi trovano casa in Maremma

28 luglio 2016 ore 10:36, Andrea Barcariol
Nuova casa per i 16 macachi dell'Università di Modena. In attuazione del protocollo che ha sancito la cessazione dei test sui primati, l'ateneo e il Comune hanno affidato gli animali alla Lav, onlus riconosciuta dai ministeri della Salute e dell'Ambiente. L'associazione, ritenuta dalla commissione tecnica e veterinaria la migliore proposta per assicurare ai macachi una vita serena, li ospiterà nel centro di recupero animali selvatici ed esotici di Semproniano, nel Grossetano. Ai macachi, trasferiti il 21 luglio, sono dedicate due nuove strutture, un medico veterinario e due specializzati in primatologia. Qui potranno cibarsi con frutta e verdura, riscaldati dalla luce del sole. In queste prime settimane gli animali potranno contare su un periodo di adattamento necessario per sentirsi al sicuro e riconoscere la loro nuova casa dopo una vita passata in laboratorio. Il centro di recupero di Semproniano lavora da 20 anni per il recupero della fauna selvatica autoctona e come centro di riferimento del ministero dell'Ambiente per il recupero e la gestione degli animali esotici, collabora con il Corpo Forestale dello Stato per la gestione e il recupero di animali sequestrati.
 
Laboratorio addio, i 16 macachi trovano casa in Maremma
“Sono felice di festeggiare oggi con tutte le Associazioni che hanno contribuito ad ottenere questa vittoria comune. Le attività che sono iniziate con il nostro sopralluogo hanno consentito di restituire dignità e diritti a queste creature che per tutta la loro vita sono state sottoposte ad esperimenti tanto crudeli quanto inutili" - spiega Paolo Bernini parlamentare del Movimento 5 Stelle che, nel giugno 2014, aveva ispezionato lo stabulario di Modena e aveva rilevato le gravi illegittimità e condizioni di maltrattamento dei macachi. "A fronte di questa vittoria - sottolinea il parlamentare Cinque stelle - è necessario rammentare che la sperimentazione animale è un metodo che non è mai stato validato scientificamente, che la prestigiosa rivista scientifica Nature nel 2005 l’ha definita cattiva scienza”. 
I macachi sono il genere di primati a più ampia diffusione dopo l'uomo. Sono diffusi in larga parte dell'Asia: dall'Afghanistan alla Cina, dall'India al sudest asiatico al Giappone.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]