Pedofilia, bufera in Vaticano. Pell da testimone degli abusi a indagato: ma lui nega

28 luglio 2016 ore 12:00, Americo Mascarucci
La polizia australiana ha confermato che sta indagando sulle accuse di abusi sessuali su minori rivolte al cardinale George Pell, arcivescovo emerito di Sidney e prefetto della Segreteria dell'Economia anche se al momento il porporato non risulterebbe formalmente incriminato.
La notizia dell'inchiesta era stata rilanciata dall'emittente Abc. 
I fatti - scrive oggi il quotidiano on line 'The Australian' - sarebbero avvenuti nel 1978-79 e due uomini avrebbero presentato denunce separate alla polizia di Victoria. 
Il cardinal Pell, sentito dai giornali locali, definisce le accuse "totalmente false". 
Nel febbraio scorso Pell era stato chiamato a testimoniare in videoconferenza dall'Hotel Quirinale a Roma davanti alla Commissione d'inchiesta sugli abusi sessuali a minori negli anni fra il 1970 e il 1980 avvenuti nella sua arcidiocesi.
Alla deposizione avevano assistito di persona 14 vittime e loro sostenitori, il cui viaggio era stato finanziato da una raccolta fondi che ha superato l'equivalente di 130 mila euro.
 "Permettetemi di dire, come premessa, che non sono venuto a difendere l'indifendibile" aveva esordito l'alto prelato rispondendo alle domande dei membri della commissione fra cui la più imbarazzante quella relativa  agli abusi commessi dal prete pedofilo seriale australiano Gerald Ridsdale ora in carcere dopo essere stato condannato per 138 reati ai danni di 53 vittime. 
Ridsdale lavorava nella diocesi di Ballarat e Pell è stato accusato dai parenti delle vittime di averlo protetto, coperto e aiutato. 
Pell respinse le accuse, ribadendo di non essere mai venuto a conoscenza degli abusi compiuti dal sacerdote quando collaborava con lui, ha negato di averlo protetto ma aveva tuttavia ammesso che "la maniera in cui il prete pedofilo è stato trasferito da una parrocchia all'altra invece di essere denunciato alla polizia è stata una catastrofe che gli ha consentito di continuare ad abusare di minori". 

Pedofilia, bufera in Vaticano. Pell da testimone degli abusi a indagato: ma lui nega
Ora sotto accusa parrebbe esserci direttamente lui.
Le denunce sarebbero state depositate presso la speciale task-force chiamata 'Sano' della Polizia di Vittoria, già lo scorso anno.
Gli autori delle denunce sostengono di aver subito abusi da ragazzi, negli anni '70, in incontri presso la piscina di Ballarat. 
"E' una vicenda su cui abbiamo indagato e su cui stiamo ancora indagando", ha spiegato il commissario della polizia di Victoria, Graham Ashton, 
In una dichiarazione alla Abc, lo staff del cardinal Pell "respinge con forza e in modo inequivocabile ogni accusa di abusi sessuali contro di lui", e ha a sua volta invece accusato la rete televisiva di montare una campagna diffamatoria contro di lui.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]