Gotti Tedeschi si rivolge al Papa per l'ambiente contro l'ambientalismo (malthusiano)

28 maggio 2015, Marta Moriconi
Gotti Tedeschi si rivolge al Papa per l'ambiente contro l'ambientalismo (malthusiano)
Parte con un "Beatissimo Santo Padre"prima di affrontare un tema, come quello della crisi economica e degli squilibri ambientali in corso, particolarmente delicato. Non per questo usa guanti velluto. Tutt'altro. L'economista Ettore Gotti Tedeschi, in un intervento su La Bussola attacca le teorie malthusiane divulgate all’inizio in più università americane negli anni 1970-80, ree di aver originato secondo lui e in qualche modo forzato il crollo delle nascite nel mondo occidentale. 

E sono le domande a intervallarsi tra una spiegazione e l'altra facendo risuonare le contraddizioni di un ritornello ideologico che appare ormai stonato. 

- Ma come può crescere realmente e sostenibilmente il Pil (Prodotto interno lordo), se la popolazione non cresce?- si chiede Gotti Tedeschi.

 E poi ancora: "Come potrebbe essere ora questa stessa dottrina a risolvere i problemi che ha creato? 

E l'affondo: "Ma come si può pensare che una cultura neomalthusiana e abortista che nega la sacralità della vita umana e considera l’uomo animale intelligente, frutto dell’evoluzione di un bacillo, ma cancro della natura e orientato solo a consumare, possa elaborare progetti per l’ambiente e per l’uomo? Come si può pensare di riferirsi a soluzioni per l’ambiente proposte da chi vede una pseudo soluzione ambientale-economica prioritaria verso la vera soluzione di consapevolizzazione morale dell’uomo attraverso una maturazione spirituale ed intellettuale?".

Perciò è semplice: se non si interviene sulla decrescita dando un'inversione di rotta, l'economica rimarrà al palo degli squilibri di oggi. 

Afferma l'ex presidente dello Ior che continuando sul solco tracciato "mancheranno ancor più le risorse per riequilibrare le strategie produttive globali e investire in tecnologia pro-ambiente. Mancheranno sempre più le risorse per mantenere i vecchi, creare lavoro per i giovani e proteggere i più deboli. Ciò che in più stiamo rischiando, tollerando soluzioni malthusiano-ambientaliste, è permettere all’ambientalismo di affermarsi quale religione universale nel mondo globale dove coesistono diverse culture religiose. Questo ambientalismo malthusiano rischierà di creare maggiore povertà, maggiori squilibri socioeconomici e minor tutela vera dell’ambiente".

Insomma, essere per l'ambiente significa collegarsi all'Alto Fattore e alla natura così come pensata e non ripensata.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]