Obama incontra tutti e snobba Marino. Solo due chiacchiere "al volo" per il sindaco di Roma

28 marzo 2014 ore 13:19, intelligo
Si è conclusa questa mattina la visita di Barack Obama a Roma. Dopo tre giorni intensi tra il viaggio e gli incontri con i maggiori esponenti dello Stato italiano, il Presidente degli Stati Uniti si è recato all'aeroporto di Fiumicino da dove è partito alla volta dell'Arabia Saudita. Il Papa, Renzi e Napolitano, tutti hanno avuto del tempo per confrontarsi con Obama. Persino al Colosseo è stato riservato un trattamento speciale con una lunga visita privata. E Ignazio Marino? Al Sindaco della Capitale, che in linea di massima è il rappresentante della città anche, e soprattutto, in queste circostanze è stato riservato un "misero" saluto. L'incontro in extremis è infatti avvenuto sotto alla scaletta dell'aereo del Presidente pronto per il decollo. Due chiacchiere al volo (è il caso di dirlo) e nulla più. Niente flash, niente stampa, niente di niente. Marino è stato trattato, o si è fatto trattare, proprio come se fosse uno dei tanti. E mentre Obama lo "ignora" lui lo insegue  fino all'ultimo attimo utile e lo invita a Roma per il 70esimo anniversario della liberazione (il prossimo 4 giugno). Almeno, se accettasse, sarebbe una magra consolazione per lui.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...