I funerali di Fidel Castro, quando e dove. Intanto Cuba in pieno lutto nazionale

28 novembre 2016 ore 9:40, intelligo

di Antonio Gaiani

  I cubani si preparano ad una settimana di lutto Nazionale; sono state scelte delle celebrazioni silenziose senza musica o manifestazioni, solo silenzio fino al 4 Dicembre quando ci saranno le commemorazioni ufficiali.

Migliaia di cubani sono attesi a l’Avana, per omaggiare il loro “Lider Maximo” e dargli l’ultimo saluto. Il luogo, scelto non a caso, è Plaza de la Revolucion conosciuta in tutto il mondo per l’edificio governativo con il volto del “Che” disegnato sulla facciata, dove spesso il Comandante faceva i suoi discorsi contro il capitalismo e l’impero del male, Gli Stati Uniti. Qui le autorità hanno fatto allestire un maxiposter di Fidel Castro che imbraccia un fucile durante la rivoluzione alla biblioteca nazionale. Castro sarebbe già stato cremato e nella piazza principale della Capitale sarà possibile vedere le sue ceneri per qualche giorno, per poi essere portate in tutti le città più significative per la storia della “rivoluzione”, fino ad essere tumulate in un mausoleo nel cimitero di Santiago de Cuba.

I funerali di Fidel Castro, quando e dove. Intanto Cuba in pieno lutto nazionale
Le commemorazioni, comunque, si terranno in diverse località dell’isola, in modo che qualsiasi cubano possa salutare per l’ultima volta l’ ex dittatore. In questi giorni di lutto, le piazze, le vie più importanti, le sedi governative e le zone dove hanno sede le ambasciate sono blindate e controllate minuziosamente per paura di manifestazioni di protesta o attacchi mirati. Negli Usa intanto si è acceso il dibattito sulla partecipazione al funerale o no del Presidente Obama o di qualche delegazione Statunitense, anche se Newt Gingrich, dirigente nazionale del Partito Repubblicano,   ha pubblicato un tweet “In nessuna circostanza il presidente Obama, il vicepresidente Joe Biden e il segretario di Stato John Kerry devono andare a Cuba per il funerale di Castro”. Anche Juanita Castro, una delle sorelle di Fidel, esule a Miami, è dell’idea di non partecipare ai funerali, anche se si dice “addolorata” per la scomparsa del fratello, lo comunica attraverso un comunicato recapitato al Nuevo Herald e continua "Spero che noi cubani sapremo trovare una strada che riesca finalmente ad unirci".


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]