"Lottate per la casa e il lavoro! Comunista? No, amo i poveri e il Vangelo"

28 ottobre 2014 ore 16:22, Andrea De Angelis
"Terra, lavoro, casa. Strano, ma se parlo di questo per alcuni sono comunista" e invece "l'amore per i poveri è al centro del Vangelo" e della dottrina sociale della Chiesa. Lo ha detto questa mattina Papa Francesco ad alcuni movimenti popolari, tra cui quello legato allo storico centro sociale milanese Leoncavallo, sottolineando che questo incontro "non risponde a nessuna ideologia".   papa-francesco Bergoglio ha sottolineato l'importanza dei movimenti popolari e il loro particolare rapporto con la solidarietà: "Essa deve contrastare gli effetti distruttivi dell'Impero del denaro: le migrazioni forzate, il traffico di persone, la droga, la guerra, la violenza! La solidarietà intesa nel suo significato più profondo, è un modo di fare la storia e questo è ciò che fanno i movimenti popolari". Per il Papa ai poveri non servono più promesse e assistenzialismo: "Non si accontentano di promesse illusorie, scuse o alibi e neanche possono aspettare a braccia incrociate l'aiuto delle Ong, di piani assistenziali o soluzioni che non arrivano, o se arrivano lo fanno in un modo pericoloso, per anestetizzare o addomesticare". Francesco ha anche sottolineato che è "impossibile immaginare un futuro per una società senza la partecipazione protagonista della grande maggioranza" della persone.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]