Trappola (anche) per uomini: il formaggio può causare dipendenza

28 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Trappola (anche) per uomini: il formaggio può causare dipendenza
Chiedetelo a Tom che ha usato quintali di formaggio pur di acchiappare Jerry. Quel cibo, non c'è dubbio, è un'ottima esca. Irresistibile. Ma, secondo quanto riportato dall'University of Michigan, questa affermazione non vale solo per i topi.

Il formaggio crea dipendenza agli uomini. A sostenerlo sono alcuni scienziati dell'ateneo che hanno pubblicato uno studio sulla rivista US National Library of Medicine.
Secondo gli esperti, la responsabile di questo effetto è la caseina che viene scissa durante la digestione e rilascia una serie di oppiacei, le casomorfine. I ricercatori dell’università statunitense hanno scoperto dunque che agisce sui recettori oppioidi del cervello, rendendo mozzarelle, parmigiani, taleggi tra i cibi più desiderati. La dipendenza causata dal cibo non può comunque essere comparata a quella delle sostanze tossicodipendenti

Trappola (anche) per uomini: il formaggio può causare dipendenza
Dalla ricerca emerge semmai che i grassi in generale sono correlati a problemi di dipendenza da cibo. “I grassi sono collegati a dipendenze da cibo per tutti, anche nei casi in cui questo non costituisce una malattia”, ha detto l’autrice dello studio Erica Schulte.
Non a caso tra gli elementi notoriamente irresistibili per il palato dell'uomo ci sono, tra gli altri, le patatine fritte, il salame e la cioccolata. Andando a leggere sulle tabelle nutrizionali la percentuale di grassi, scopriamo che per le patatine la percentuale è superiore ai 10 punti, mentre il cioccolato ha quasi il 30% e il salame addirittura qualcosa in più. Insomma, siamo sopra la media e ben lontani dalle percentuali di legumi, pesce, carne bianca, frutta e verdura.

Ma quali sono i formaggi più irresistibili? Qui entra in gioco anche la componente emotiva e il gusto personale. C'è infatti chi proprio non riesce a resistere davanti a veri e propri pezzi forti, dal gusto inconfondibile come gorgonzola e pecorino. Altri poi prediligono quei formaggi legati all'infanzia, dunque formaggini o sottilette e più in generale quelli morbidi. Per noi italiani, infine, impossibile rinunciare a veri e propri capolavori come il parmigiano, fiore all'occhiello del Made in Italy gastronomico nel mondo. 
Il consiglio? Sempre lo stesso: non rinunciare a niente, tranne che alle esagerazioni. Del resto il segreto della dieta mediterranea è proprio questo: variare e non abusare. 





caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]