Ma 'ndo vai se il canone Rai non ce l'hai: veneziani i più virtuosi anche senza bolletta

28 ottobre 2015, Marta Moriconi
Ma 'ndo vai se il canone Rai non ce l'hai: veneziani i più virtuosi anche senza bolletta
Canone Rai questo sconosciuto per il 30,5% delle famiglie del belpaese. Eppure qualcuno lo paga, e sempre più lo pagheranno dal prossimo anno, quando arriverà direttamente in bolletta come voluto da Renzi e al modico prezzo di 100 euro.

Nel frattempo Twig.pro ha fatto la sua indagine.

Vince Venezia (21 punti percentuali) e provincia dove sono 2 famiglie su 10 evadono. Praticamente un miracolo perfezionato "superbamente" da Concordia Sagittaria a cui va la medaglia d'oro "provinciale" insieme a Rovigo: il suo tasso di evasione è del 13,74%, argento a San Stino di Livenza con il 14,78% e bronzo a Portogruaro con il 15,58%. 

Vince l'est sull'ovest, il Nord sul Sud (neanche a dirlo). E' nei guai Vigonovo con un'evasione calcolata intorno al 33,84% delle famiglie. Segue Santa Maria di Sala al 32,42% e Fiesso d'Artico al 31,44.  

Maglia nera delle città a Padova e Verona con un 40% di canone evaso, perdono la sfida più di tutti Castegnero, Montegaldella e Nanto che si attestano intorno al 45%, di fatto giocandosela in negativo col centro-sud. E' lì che la media del canone evaso è misurata intorno al 40% fino ad arrivare al guinness d'evasione del pagamento della tassa tv del 55% a Crotone, Napoli e Catania. E intanto scoppia la polemica dell'Usigrai: l’evasione recuperata - questa l'accusa - non sarà utilizzata per finanziare il servizio televisivo pubblico, ma per abbattere la pressione fiscale.  Eppure così prevede la tassa di scopo. 

E si aggrega Maurizio Gasparri alla polemica: "Come si può utilizzare una tassa di scopo che nasce con finalità specifiche per altri obiettivi?" chiede....

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]