Un'altra notte da terremoto: 5000 sfollati e 100 scosse

28 ottobre 2016 ore 11:21, Andrea De Angelis
Continuano i disagi dopo il terremoto dello scorso 26 ottobre, due scosse violenti (in particolare la seconda) che ancora una volta hanno sconvolto la vita di migliaia di abitanti del Centro Italia. Un sisma questo, come ormai noto, che ha causato molti danni a cose, ma fortunatamente non alle persone. L'unica vittima registrata al momento è per arresto cardiaco. 

Gli esperti sembrano essere concordi: la prima scossa ha fatto "da allarme" per la popolazione che così, due ore dopo, era già fuori dalle abitazioni. La seconda di 5,9 gradi è infatti stata registrata alle 21:19, oltre 120 minuti dopo la precedente di mezzo grado inferiore. Entrambe sono state avvertire fino a Roma, Firenze, Napoli. Sui social, come ormai triste abitudine, numerosi i video di persone che ritraevano lampadari muoversi o oggetti finiti a terra. 

Un'altra notte da terremoto: 5000 sfollati e 100 scosse

Ma come è la situazione al momento? Secondo le prime stime sono almeno cinquemila le donne, bambini e uomini sfollati in seguito al sisma di due giorni fa. Le condizioni climatiche sono notevolmente migliorate dopo la forte pioggia che ha interessato proprio le ore precedenti e immediatamente seguenti al fenomeno. Questo, dunque, lascia tirare almeno per l'immediato un sospiro di sollievo. 
Chiaramente però i disagi rimangono e sono tanti. Non solo il freddo, ma anche le scosse che continuano a ripetersi con una frequenza davvero importante. La più forte circa 24 ore fa, di 4,4 gradi. Questa notte però, dalle 23 di ieri all'alba di stamane, oltre 100 sono state le scosse che hanno interessato la zona al confine tra Marche ed Umbria. Gli sfollati sono stati sistemati in strutture provvisorie, palazzetti dello sport e qualche tenda. Alcuni gruppi, come riporta TgCom24 sono già stati trasferiti negli alberghi della costa.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]