Un casco contro Parkinson e Alzheimer: ecco le novità

28 settembre 2015, intelligo
Un casco contro Parkinson e Alzheimer: ecco le novità
Parkinson e Alzheimer: novità dalla ricerca scientifica. Si tratta della stimolazione transcranica a corrente diretta, invenzione presentata dal neurologo Ubaldo Bonuccelli al “Festival della Salute” di Viareggio. Lo scopo dichiarato è contribuire a migliorare le capacità cognitive e rallentare l’avanzata delle malattie neurodegenerative. 

Lo strumento messo a punto dal neurologo Bonuccelli è una sorta di casco transcranico che consente una stimolazione continua: una tecnica non invasiva per il paziente ma al tempo stesso, ritenuta anche economica. 

Come funziona? Viene applicato il caso che poi è una cuffia che contiene due piastrine di stimolazione collocate a contatto con la cute del cranio e uno stimolatore che produce corrente continua. Le zone cerebrali vengono così stimolate sfruttando quello che in gergo tecnico Bonuccelli -  ordinario al dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’università di Pisa - definisce il “fenomeno della neuromodulazione”. In alcuni studi è stato verificato il ruolo attivo e il contributo per le patologie collegate alla memoria. 

Se applicato a Parkinson e Alzheimer, insieme ai farmaci previsti per la terapia, il “casco” potrebbe ritardare l’avanzamento della malattia”. Il nuovo strumento adesso sarà al centro di una ricerca, annuncia Bonuccelli, presso la Neurologia di Pisa. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]