Istat: cresce fiducia dei consumatori. Come a ogni settembre: le prove

28 settembre 2015, Luca Lippi
Istat: cresce fiducia dei consumatori. Come a ogni settembre: le prove
A settembre l’indice di fiducia dei consumatori cresce sempre. 

Storicamente dal sito dell’Istat si legge:
-A settembre 2012 l’indice del clima di fiducia dei consumatori passa da 86,1 a 86,2 
-A settembre 2013 l’indice del clima di fiducia aumenta a 101,1 da 98,4 del mese precedente
-A settembre 2014 l'indice del clima di fiducia dei consumatori in base 2005=100 aumenta lievemente a 102,0 da 101,9 del mese di agosto.

Arriviamo ad oggi:
-28 set. L'indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta a settembre a 112,7 da 109,3 del mese precedente. L'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane, sale passando a 106,2 da 103,9 di agosto. Entrambi gli indici permangono ai livelli massimi osservati negli ultimi due anni. Lo rileva l'Istat. Tutte le stime delle componenti del clima di fiducia dei consumatori aumentano, con un incremento piu' consistente per quella economica (a 143,2 da 133,1) ma anche per quella personale (a 103,6 da 101,4), quella corrente (a 108,0 da 104,0) e quella futura (a 122,0 da 117,7). Migliorano le stime sia dei giudizi sia delle attese dei consumatori sull'attuale situazione economica del Paese (a -47 da -61 e a 14 da 6, i rispettivi saldi). 

Il miglioramento è visibile a occhio nudo, la Caritas scrive: “In Italia il numero dei poveri assoluti è più che raddoppiato in sette anni, passando da 1,8 milioni del 2007 (periodo pre-crisi) a 4,1 milioni del 2014.” e poi la fiducia dei consumatori è talmente incisiva che nei primi sei mesi di quest’anno hanno chiuso 35 mila attività commerciali al dettaglio. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]