Addio Peres, il Papa non andrà ai funerali

28 settembre 2016 ore 10:00, Americo Mascarucci
Se ne è andato a 93 anni Shimon Peres il presidente dello Stato d’Israele che più di tutti forse si è speso per la pace.
Delfino di David Ben Gurion, il padre d’Israele, è stato il leader del Partito Laburista israeliano dal 1977 al 1992 e successivamente a più riprese sino al 2005.
Sin dagli anni settanta ha assunto diversi incarichi di rilevo in seno alle istituzioni di Israele, operando come primo ministro nei periodi 1984-1986 e 1995-1996, nonché come ministro degli esteri (1986-1988, 1992-1995 e 2001-2002), della difesa, dei trasporti, delle finanze.
Nel 1994 a Peres è stato assegnato il Premio Nobel per la Pace insieme a Yitzhak Rabin e Yasser Arafat per gli sforzi nel processo di pace nel vicino Oriente, culminati con gli Accordi di Oslo. 
Alla pace Peres ha sempre creduto e si è sempre speso per raggiungerla pur avendo combattuto come militare per difendere la sopravvivenza di Israele da tutti i nemici. Ma sapeva perfettamente che la sopravvivenza stessa di Israele non poteva essere difesa sempre e solo con le armi, ma soprattutto con la diplomazia e con la pace.
Raccolse l'eredità di Rabin la sera stessa in cui venne assassinato da un fanatico israeliano. Fu lui ad assisterlo nei tragici momenti della morte e a portare avanti il suo impegno in campo internazionale. 
Un obiettivo quello della pace che lo portò in stretta sintonia con il principale avversario politico, Ariel Sharon leader della destra israeliana, con il quale collaborò attivamente  per portare a compimento il "disimpegno" israeliano dalla Striscia di Gaza osteggiato dai coloni e dall'estrema destra. 

Addio Peres, il Papa non andrà ai funerali
Credeva talmente nella pace da aver persino accettato di entrare nel governo di coalizione presieduto dallo stesso Sharon ricoprendo l’incarico di vicepremier. La forte sintonia che venne ad instaurarsi con l’antico avversario lo portò ad abbandonare il Partito Laburista che non condivideva l'alleanza con la destra, per aderire al partito centrista Kadima fondato dallo stesso Sharon per portare avanti gli accordi di pace isolando gli estremismi.
Eletto presidente d'Israele il 13 giugno 2007, è entrato in carica dal successivo 15 luglio sino al 24 luglio 2014. A partire dal 1º gennaio 2013 è stato il capo di Stato più anziano del mondo.
I funerali di stato si svolgeranno venerdì. 
Anche Papa Francesco si era detto sul principio avrebbe partecipato alle esequie. Poi però è arrivata la smentita della sala stampa vaticana. 
 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]