Il piano di Musk in 100 anni: per Marte "i primi devono essere pronti a morire" [VIDEO]

28 settembre 2016 ore 17:46, intelligo
di Luciana Palmacci

L’amministratore delegato di SpaceX e Ceo di Tesla Motors, l’imprenditore Elon Musk, punta alla conquista di Marte. Con “soli” 200mila euro a biglietto chi vorrà potrà far parte della colonia umana che abiterà il pianeta rosso nel prossimo futuro. Musk ha espresso la sua idea visionaria all'International Astronautical Congress (IAC) di Guadalajara, in Messico. I colonizzatori viaggeranno verso il pianeta utilizzando un sistema completamente riutilizzabile di trasporto che porterà su Marte 100 persone in 80 giorni. Questo sistema di trasporto sarà costituito da una navicella spaziale rifornita con metano e ossigeno nell'orbita terrestre e anche su Marte dopo l'atterraggio. Secondo il piano di Musk in 100 anni si andrebbe a creare una colonia di un milione di persone. Il primo viaggio potrebbe avvenire già nel 2022. La società prevede di inviare le capsule Dragon su Marte all’inizio nel 2018 per iniziare a preparare il terreno portando sul pianeta rosso tutto quanto servirà alle persone. Per colonizzare Marte, però, servirà uno sforzo collettivo. Il CEO di SpaceX ha stanziato 10 miliardi, tuttavia servirà una partnership pubblico/privato per arrivare a conquistare davvero il pianeta rosso. 

Il piano di Musk in 100 anni: per Marte 'i primi devono essere pronti a morire' [VIDEO]

Il primo veicolo spaziale potrebbe chiamarsi "The Heart of Gold" (cuore d'oro) come l'astronave del romanzo di Douglas Adams, "Guida galattica per autostoppisti". Il sito di lancio sarà il Kennedy Space Center della Nasa, da dove partì anche la missione Apollo. Nei prossimi 4 anni già i primi voli di prova della navicella, alimentata da un motore a razzo che avrà 42 motori Raptor, disposti in cerchi concentrici, e potrà trasportare fino a 450 tonnellate tra persone e merci. Secondo il progetto, che sarà finanziato da SpaceX ma che spera nel coinvolgimento delle agenzie spaziali statali, prevede l'invio di astronavi ogni due anni. 
Le ambizioni del visionario fondatore di SpaceX si spingono a immaginare una colonizzazione di tutto il sistema solare. Se qualcuno si dovesse pentire della scelta e volesse tornare sulla Terra potrà prendere una navicella spaziale di ritorno del tutto gratuitamente, ha aggiunto Musk mettendo però in guardia: "la missione sarà pericolosa, i primi turisti di Marte dovranno essere disposti a morire". L'imprenditore ha anche mostrato un video, in cui si vede come sarà la navicella spaziale, in che modo uscirà dalla nostra atmosfera per viaggiare nello spazio e arrivare sul pianeta rosso. Il filmato si conclude con una vista di Marte dallo spazio che lentamente attraverso il processo di terraformazione, vede comparire oceani, nubi, l'atmosfera e le piante, come fosse la Terra. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]