Fiorello e i concerti (bluff) per i terremotati: "Più spese che beneficenza"

29 agosto 2016 ore 16:22, Americo Mascarucci
Occhio alla beneficenza e ai concerti organizzati per raccogliere fondi per i terremotati.
Se a lanciare un simile allarme è un personaggio dello spettacolo che certi meccanismi li conosce bene, non soltanto c'è da credergli ma da ascoltarlo molto attentamente.
L'allarme arriva da Fiorello che spiega anche perché sarebbe opportuno non fidarsi troppo di chi, sostenendo di aiutare i terremoti, si mette ad organizzare spettacoli e manifestazioni.
"Meglio fare in privato", dice Fiorello in un video postato sul suo profilo Facebook. 
"Dai i soldi direttamente e il gioco è finito" avverte Fiorello che aggiunge:
"La macchina della solidarietà è partita alla grande e occhio, attenzione, sono stato già invitato ad almeno quattro manifestazioni per raccogliere fondi. Occhio a queste manifestazioni che facciamo noi del mondo dello spettacolo. Perché se per organizzare le cose devi spendere soldi, non devolvi tutto tranne le spese, allora non lo fai. O fanno tutti beneficenza o non vale la pena".
Insomma, la tesi di Fiorello è molto semplice: non ha senso organizzare spettacoli se poi metà del ricavato, anziché andare in beneficenza, deve essere investito per coprire i costi di realizzazione.

Fiorello e i concerti (bluff) per i terremotati: 'Più spese che beneficenza'
"Occhio anche a chi organizza - aggiunge Fiorello - Io mi fiderei di più se lo spettacolo fosse organizzato da una onlus o un'organizzazione affidabile. La storia insegna che poi alla fine uno raccoglie soldi, ma se vai a vedere...Dove sono andati a finire quei soldi? Io vorrei nome e cognome. Perché se organizzi uno spettacolo - aggiunge - poi per farlo devi spendere dei soldi per mettere in piedi il palco. Alla fine non devolvi tutto, ma tutto meno le spese, allora non lo fare. I soldi vanno dati tutti in beneficenza altrimenti non vale la pena, perché poi le spese sono tante per fare uno spettacolo. Occhio a chi organizza questi spettacoli".
Un monito chiaro che è stato condiviso migliaia di volte e accolto con un plauso da parte dei follower.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]