Enel colloca 10 hub vehicle-to-grid (V2G) in Danimarca: la rivoluzione dell’auto elettrica

29 agosto 2016 ore 14:53, Luca Lippi
La notizia è che Enel, dopo l’accordo stilato con Nissan, ha installato dieci unità vehicle-to-grid (V2G) presso la sede della utility danese Frederiksberg Forsyning, che ha anche acquistato 10 Nissan e-Nv200 van a zero emissioni.
L'hub V2G contribuirà a stabilizzare la rete elettrica nazionale in Danimarca, offrendo servizi di capacità elettrica al gestore di rete Energinet.dk Nissan, Enel, Nuvve, Frederiksberg Forsyning e Energinet.dk intendono pubblicare i primi risultati del lancio commerciale del sistema V2G più tardi quest'anno.
E’ una vera e propria rivoluzione che permetterà la piena integrazione delle automobili elettriche nella rete elettrica nazionale, rendendole in grado di accumulare eventuale energia prodotta in eccesso e di gestire meglio quella prodotta da fonti rinnovabili. Il sistema, quindi, influenzerà in modo decisivo i sistemi energetici non limitandosi a cambiare (e a innovare) la mobilità sostenibile.

Enel colloca 10 hub vehicle-to-grid (V2G) in Danimarca: la rivoluzione dell’auto elettrica

Il progetto ha origine dall’accordo stipulato nel febbraio 2015, tra Enel, multinazionale elettrica e seconda utility europea per capacità installata, e Nissan, produttore dell’auto elettrica più venduta al mondo, Leaf
Presentato a Parigi lo scorso dicembre in occasione di Cop21 (la Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico) il progetto sviluppato dalle due aziende riguarda un sistema Vehicle-To-Grid (V2G) in grado di rivoluzionare il mondo delle auto elettriche. 
Grazie a questo sistema, infatti, le e-car potranno lavorare come vere e proprie “centrali mobili”, in grado di accumulare e rimettere in rete l’energia non utilizzata. Un meccanismo conveniente per i proprietari di Nissan Leaf, che potranno ricaricare la batteria nelle fasce orarie in cui le tariffe e la domanda di energia sono più basse, per poi usare l’elettricità accumulata o rivenderla alla rete durante le fasce orarie a tariffa più elevata. Il tutto grazie alle nuove tecnologie per la gestione bidirezionale della carica, disponibile nelle colonnine di ricarica ma anche a bordo.
Secondo quanto emerge da un report pubblicato dalla società di analisi IDTechEx Research, nel decennio 2016-2026 la crescita della diffusione delle auto green genererà un mercato da 500 miliardi di dollari. 
A fare la differenza sarà l’adozione di veicoli elettrici anche in rami quali l’agricoltura, i trasporti pubblici e il settore industriale.
Il sistema Vehicle-to-Grid di Enel e Nissan è già in sperimentazione da diversi mesi e porta già le prime auto grid-integrated in Danimarca, poi sarà la volta di Olanda e Germania, paesi il cui assetto regolamentare è al momento più favorevole. Successivamente verrà testato anche in altre zone in Nord Europa.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]