No foto, no multa: svolta per gli automobilisti italiani?

29 aprile 2015, intelligo
Il giudice di pace ha bocciato il Tutor che controlla e sanziona chi corre troppo in auto, accogliendo ad Alessandria il ricorso di un'azienda la cui auto di servizio era stata segnalata ben oltre il limite di velocità sull'autostrada A26, la Genova-Alessandria-Gravellona Toce.

No foto, no multa: svolta per gli automobilisti italiani?
Senza la foto dunque la notifica non può considerarsi completa e pertanto valida a tutti gli effetti: manca la prova.  

Il Sistema Informativo per il controllo delle velocità (SICVE), noto come tutor, è il primo sistema che permette di rilevare la velocità media dei veicoli su una tratta autostradale di lunghezza variabile. L'obiettivo ovviamente è quello di accertare le violazioni del Codice della Strada per ridurre il numero delle stesse attraverso il deterrente delle sanzioni. 

Sanzioni che però non sono valide, vista la sentenza, senza il fotogramma della vettura multata. Come riporta La Repubblica, il giudice ha accolto le richieste degli avvocati difensori della ditta Giuseppe Maria Gallo e Francesca Meus che avevano sottolineato come in mancanza dell'invio dei rilievi fotografici mancava la prova della violazione. La sanzione è dunque stata annullata. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]