E' italiano il vaccino che combatte l'Aids con buoni risultati

29 aprile 2015, intelligo
E' italiano il vaccino che combatte l'Aids con buoni risultati
E' italiano il vaccino che vuole vincere l'Aids potenziando i farmaci antiretrovirali. Come? Basta potenziare il sistema immunitario dei pazienti.

Ma non solo. Vanno fatte "crescere" le cellule T CD4+, bersaglio del virus. Si chiama Tat ed è entrato nella seconda fase di sperimentazione grazie alla dott.ssa Barbara Ensoli, Direttore del Centro Nazionale Aids dell'Istituto Superiore di Sanità,  che lo sta provando su 168 pazienti.

La ricerca dura da tre anni su pazienti con infezione da HIV e il vaccino è stato somministrato alle dosi di 7.5 o 30 microgrammi di proteina Tat una volta al mese, per 3 o 5 mesi in undici centri clinici  in tutta Italia. 

Il successo è provato dal fatto che le cellule T CD4+ (ma anche T e B) sono aumentate e che la ripresa del sistema immunitario c'è stata.

"Abbiamo dimostrato per la prima volta che la terapia antiretrovirale può essere intensificata attraverso un vaccino - ha dichiarato Barbara Ensoli che parla anche di "risultati che aprono nuovi scenari per indagare più specificamente se questo vaccino può aiutare a controllare il virus in pazienti con bassa aderenza alla terapia antiretrovirale, consentire la semplificazione della terapia, ridurre la trasmissione della malattia".

E ora, altri 79 pazienti sono in trattamento parallelo con la sola terapia antiretrovirale, per capire i biomarcatori della malattia. Considerata la riduzione significativa del "Dna provirale" di Hiv, il risultato è importante: è stata in parte bloccata la replicazione virale.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]