Italicum, effetto fiducia. Anche Area Popolare divisa, De Mita (Udc) non vota

29 aprile 2015, intelligo
Italicum, effetto fiducia. Anche Area Popolare divisa, De Mita (Udc) non vota
Non ci sarà in Aula a votare la fiducia sull’Italicum. Non si tratta di un dissidente dem ma di un alleato di Renzi. Giuseppe De Mita, vicesegretario Udc è categorico: “Non parteciperò al voto di fiducia sull’Italicum. Per mie valutazioni quale parlamentare, ma ritengo anche di doverlo fare nella funzione di vice segretario dell’Udc, per il profondo malessere registrato nel partito”. 

Per il parlamentare di Ap “aver posto la fiducia è incomprensibile; più si accumulano le motivazioni espresse da esponenti del Pd e meno se ne capisce il senso. A me pare chiaro che politicamente con questa mossa il governo abbia allo stesso tempo sfiduciato la propria maggioranza e se stesso”. Le ragioni, per il deputato centrista, stanno nel fatto che “così facendo il governo ha esplicitato che il rapporto con la maggioranza e con il Parlamento non ha più alcun legame fiduciario, ma solo imperativo e compiendo un atto di forza, in realtà, dà evidenza a tutta la sua debolezza. In secondo luogo con questa mossa, con cui si dice di avere dubbi sulla tenuta della maggioranza di Governo, il presidente del Consiglio ha sfiduciato se stesso”. 

Per questo, “non partecipare al voto mi pare, a fronte di tutte queste contraddizioni, il modo politicamente più razionale per esprimere allo stesso tempo la fiducia al governo per le riforme economiche e la rivendicazione dell'autonomia del Parlamento per le riforme istituzionali”. Effetto fiducia, non solo nel Pd. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]