Fi, in Tribunale Maria Rosaria Rossi batte D’Anna 1 a 0

29 aprile 2015, intelligo
Fi, in Tribunale Maria Rosaria Rossi batte D’Anna 1 a 0
Il primo atto della battaglia giudiziaria contro i “poteri di firma” del tesoriere unico di Fi Maria Rosaria Rossi, lo vince lei. 

I legali del partito Andrea Di Porto, Simone Conti e Aldo Baldaccini, comunicano che il Tribunale di Roma ha dichiarato inammissibile il ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dal senatore Vincenzo D’Anna. L’esponente del Gal aveva presentato al tribunale civile competente di Roma un ricorso per contestare i “poteri e la legittimità della carica attualmente ricoperta dalla senatrice Rossi” e, di conseguenza, per contestare la validità delle deleghe conferite dal tesoriere unico ai coordinatori regionali per la composizione e la presentazione delle liste alle regionali e alle amministrative.

Nella nota, infatti, i legali di Fi ricordano che con il ricorso presentato da D’Anna, veniva contestata la legittimità della nomina e del ruolo ricoperto nel partito dalla senatrice Mariarosaria Rossi e, conseguentemente, veniva chiesta l'inibizione al deposito delle liste dei candidati e dei contrassegni elettorali per le elezioni regionali da parte della stessa senatrice Rossi. Dunque il Tribunale ha dato ragione alla Rossi.

Chissà se adesso il senatore D’Anna sta già meditando la prossima mossa. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]